rossidio2

Da ‘dottore’ a ‘dio’: una statua dedicata a Valentino Rossi

Una scena vista tante volte. E che adesso è diventata una statua di cartapesta. Valentino Rossi sul gradino più alto del podio, Marc Marquez e Jorge Lorenzo ai suoi lati. Un’immagine a cui i tifosi del campione di Tavullia sono abituati e che hanno voglia di continuare a rivedere.

La MotoGP sta per ricominciare e l’omaggio arriva al Dottore in un momento molto particolare, alla vigilia del primo appuntamento del motomondiale in Qatar. Rossi è sempre più intenzionato a dare battaglia in pista e vendicare il tormentato finale della passata stagione con il litigio in pista con Marquez e il successo mondiale all’ultima gara di Lorenzo. Valentino punta molto sul sostegno dei tanti tifosi e non solo italiani: il fatto che a Valencia, in occasione della festa de “Las Fallas”, sia stata creata una statua di cartapesta proprio in onore di Rossi ne è un’ulteriore dimostrazione. Queste statue vengono realizzate in occasione dei festeggiamenti di San Giuseppe: dopo essere state esposte per le vie della città, il 19 marzo, col rito della “Crema”, vengono bruciate.

A Ninot (individual figure making up the scenes in the Fallas celebration) of (LtoR) MotoGP pilots Jorge Lorenzo, Valentino Rossi and Marc Marquez that will be set alight during the Fallas festival, is on display in Valencia on March 11, 2016. Fallas are gigantic structures made of cardboard portraying current events and presonalites in which individual figures or Ninots are placed. The Fallas will be burnt in the streets of Valencia on March 19, 2016 as a tribute to St Joseph, patron saint of the carpenters'guild. / AFP / JOSE JORDAN        (Photo credit should read JOSE JORDAN/AFP/Getty Images)

“Ho provato a costruire una specie di podio, sul gradino più alto c’è Valentino, una sorta di dio della velocità e vicino a lui ci sono questi due diavoletti Lorenzo e Marquez, anche loro sono sul podio perché vincono molte gare e molti titoli – ha detto l’artefice dell’opera –. È tutto fatto con ironia perché hanno un po’ provato a fregarlo”. L’auspicio è che questa manifestazione possa portare fortuna a Vale in vista dell’esordio domenica 20 marzo in Qatar. Non è la prima volta che al pesarese venga dedicata una statua: era già successo a Natale e nel presepe ci finì Valentino accanto a personaggi famosi, come il Papa, i calciatori del Napoli e i vari attori nazionali e internazionali. In quel caso, però, non c’era traccia di Marquez e Stoner.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email