china

Addio al traffico, ecco l’autobus che passa sopra le auto

L’ultima trovata dei cinesi in termini di efficienza del trasporto pubblico e riduzione del traffico si chiama “Transit Elevated Bus”, TEB. Si tratta letteralmente di un sistema di trasporto che passa sopra le auto in transito o in coda, come se fosse una “galleria” mobile: un sistema veloce, esteticamente piacevole e soprattutto innovativo che circola in superficie e che sfrutta la viabilità in altezza. Si potrebbe dire addio definitivamente ai fastidiosissimi ingorghi del traffico: questo sistema è in grado di trasportare circa 1200 passeggeri alla volta senza intralciare le strade: grazie a un sistema sopraelevato, il bus del futuro – che somiglia più a un tram – viaggia su dei binari installati ai lati della strada, consentendo alle vetture di circolare a livello zero e al mezzo pubblico di superarle o sovrastarle senza creare problemi. Alla fermata, escono dai lati del TEB delle scalette come quelle di un aereo che permettono ai passeggeri di salire e scendere in tutta tranquillità.

china2

Questo modello in scala è stato presentato durante la manifestazione “China Beijing International High-Tech Expo”e ha destato subito molto interesse dai media locali. Il sistema è utile dal momento che rappresenterebbe una soluzione intelligente ai problemi del traffico: infatti i media locali hanno posto grande attenzione alla proposta che – in termini economici – garantirebbe costi inferiori rispetto a quelli necessari per costruire una metropolitana, addirittura la sua realizzazione costerebbe appena un quinto rispetto a una metropolitana tradizionale – come ha dichiarato Bai Zhiming, ingegnere responsabile del progetto TEB intervistato dalla CCTV. E i tempi di realizzazione si aggirerebbero intorno all’anno di lavoro, in Cina ovviamente. Il progetto presentato all’expo tecnologico di Pechino è comunque interessante. Resta da analizzare il capitolo relativo alla sicurezza: cosa succede , ad esempio, se un auto si trova sui binari? A questa domanda ancora non c’è risposta. In tutti i casi il modello mostrato a Pechino è in grado, almeno per una volta, di far sognare ad occhi aperti città decisamente meno trafficate e tecnologicamente molto avanzate.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email