cuba3

Altro segnale di disgelo: l’Infiniti Q60 è la prima auto Usa che sbarca a Cuba

Quella storica stretta di mano può essere a giusta ragione definita storca: si tratta dell’incontro tra Barack Obama e Raul Castro che un anno fa segnò la prima prova di disgelo tra Stati Uniti e Cuba dopo 58 anni. In quell’occasione Obama e Castro si incontrarono al Palazzo della Rivoluzione a L’Avana, l’edificio simbolo della rivolta castrista. I presidenti di Stati Uniti d’America e Cuba posarono insieme davanti a fotografi e cameraman in questa storica occasione esibendo larghi sorrisi. Un evento di portata eccezionale alle luce di una serie di cambiamenti che è in grado di generare.

cuba

Un segnale che qualcosa stia davvero cambiando arriva anche dal settore dell’automotive. Infatti dopo 58 anni una vettura americana ha fatto il suo ingresso a Cuba. Si tratta di una Infiniti Q60 che è stata portata a L’Avana da Alfonso Albaisa, l’executive design director del marchio. La sportiva premium è stata da poco lanciata ed è spinta dal motore V6 più potente mai offerto da Infiniti, con una potenza di 405 cavalli e 475 Nm di coppia massima, con un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 5 secondi ed una velocità massima di 250 km/h. Il designer ha origini cubane, ma è cresciuto a Miami ed è residente in Giappone. Albaisa è il protagonista del video, in cui racconta questo suo viaggio nella capitale cubana, visitando le opere di architettura moderna del suo prozio Max Borges-Recio, come il Tropicana ed il Club Nautico, alla guida della vettura.

Per Alfonso Albaisa è stata in assoluto, sinora, la prima occasione che ha avuto di visitare l’isola dov’è nata tutta la sua famiglia, e di poter apprezzare da vicino le opere di architettura moderna realizzate a metà del secolo da un prozio, Max Borges-Recio, tra cui il Tropicana e il Club Nautico. Un viaggio nella storia rivoluzionaria del Paese caraibico, alle origini del proprio Dna, forse anche alla ricerca di nuove idee e nuove linee da riversare nelle proprie creazioni automobilistiche, sulle stesse strade che hanno da poco visto passare le spoglie di Fidel Castro, dopo aver attraversato tutta l’isola, dalla capitale a Santiago di Cuba.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email