bradangelina

Brad Pitt e Angelina Jolie si separano. A lei i figli, a lui le moto

La notizia della loro separazione ha sconvolto i fan di tutto il mondo. La 41enne Angelina Jolie, attrice figlia d’arte e ambasciatrice dell’Agenzia dell’Onu per i rifugiati, ha chiesto il divorzio dal marito Brad Pitt, 52 anni, con il quale era sposata dal 2014 ma era unita dal 2004 dopo le riprese del film Mr e Mrs Smith. Brad e Angelina hanno tre figli naturali e tre adottivi (provenienti da Vietnam, Cambogia e Etiopia). Secondo il sito di gossip Tmz, la Jolie ha citato come causa “differenze inconciliabili”. Nel frattempo il legale dell’attrice ha spiegato che non ci saranno commenti e chiede che sia preservata la privacy della sua famiglia. In una nota Brad Pitt ha fatto sapere di essere molto rattristato, concludendo che quello che conta di più adesso è il benessere dei figli.

bradangelina2

Alla vigilia del loro matrimonio, sui settimanali si vociferava di un accordo prematrimoniale fra la Jolie e Brad secondo il quale, in caso di divorzio, tutti i soldi guadagnati dai due dopo il matrimonio dovranno essere accantonati in un fondo da dividere in sei parti uguali per i sei figli della coppia. Non solo. Pare che l’accordo preveda anche che in caso di tradimento Pitt perderebbe in parte la custodia dei figli: la Jolie infatti potrà pretendere di avere il domicilio prioritario dei figli, stando la maggior parte del tempo con loro mentre all’attore resterebbero le briciole.

bradangelina3

Brad Pitt potrebbe allora accontentarsi della sua storica passione per le moto. L’attore ha regalato al figlio più grande, Maddox, aveva regalato la prima moto da fuoristrada già anni fa. Pitt possiede almeno una dozzina di moto, che usa spesso a Los Angeles per sfuggire ai paparazzi indossando quasi sempre per questo il casco integrale. Nel suo garage ci sono, o sono passati, pezzi rari come Ecosse Titanium (un esemplare da 300.000 dollari), Desmosedici RR, ConfederateHellcat, diverse H-D customizzate, ma anche Ducati Monster, MV Brutale, BMW GS 1150, Yamaha R1 e Royal Enfield Bullet di serie.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email