Handmade Software, Inc. Image Alchemy v1.14

“Febbre a 50”, il fenomeno sociale e culturale dei “cinquantini” in un libro

La passione e la storia dei “cinquantini” racchiusa in un libro. Dopo anni di ricerche, documentazioni, raccolta di fotografie, opuscoli e depliant, Giorgio Scialino e Gianni De Sabbata hanno portato nelle librerie “Febbre a 50”, un volume di oltre 300 pagine sul fenomeno sociale e culturale dei “cinquantini”. Il libro è ambientato tra gli anni ’60 e ’70: in quel periodo l’avvento del cambio con comando a pedale su questi piccoli bolidi, il boom economico, il desiderio ancestrale di liberà e scoperta, la potenza creativa di moltissimi piccoli artigiani e costruttori, diedero vita a un vero e proprio fenomeno di massa. Gli adolescenti di allora sognavano il cinquantino per guadagnarsi una fetta di libertà. Scialino e De Sabbata si sono rivolti proprio agli uomini di oggi che sono i ragazzi di allora che facevano carte false per acquistare un Aprilia Colibrì, un Aspes Sprint, un Fantic Motor Caballero.

Negli anni in cui ambientato questo libro, il Salone del Ciclo e Motociclo di Milano era invaso da questi piccoli bolidi, tanto che alcune varie aziende motociclistiche nacquero proprio grazie al filone dei cinquantini. Questo libro è un pezzo da ricordare e conservare per coloro che quegli anni li hanno vissuti e magari farlo vedere e leggere ai giovani di oggi che, invece, sono attratti da altri tipi di moto. Il libro non è solo un viaggio a ritroso nella storia di aziende più o meno famose, che hanno rappresentato un capitolo importante della storia motoristica italiana, ma offre interessanti spunti e racconti sulle “elaborazioni” dell’epoca (che allora si chiamavano “truccature”), figlie del genio di personaggi come Bruno Faccioli e Enzo Simonini. Insomma un racconto divertente che attraversa tanti anni si storia italiana.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email