fordsedile

Ford progetta il sedile globale: F-Gen2 sarà montato di serie su tutti i modelli

Ford inventa il sedile globale. Essere seduti comodamente nella propria automobile è un fattore essenziale quando si viaggia sia nel caso in cui il tragitto è breve sia quando si è costretti a restare tante ore nell’abitacolo. Ormai le case automobilistiche tendono a garantire il maggior benessere nei confronti di chi acquista un’automobile: interni sempre più moderni per consentire di vivere appieno la propria vettura. E quella del sedile globale è davvero una idea geniale: i tecnici della casa americana hanno, pertanto, prodotto un sedile che è stato fatto testare da oltre mille volontari, provenienti da nazionalità diverse e di tutte le gamme di altezza e peso. A tutti i volontari (compreso un giocatore di football di 135 kg) è stata fatta solo una domanda: “Siete seduti comodamente?”. E in base alle risposte è stato ideato questo sedile.

Sono stati ascoltati proprio tutti e la prova ha coinvolto mille persone nel tentativo di avere quante più opinioni possibile riguardo al sedile: dalla donna esile all’energumeno, i “volontari” si sono prestati alla prova e hanno fornito utilissime indicazioni per la creazione del sedile. I dati raccolti sono stati poi oggetto di ulteriori verifiche grazie a robot all’avanguardia che per 10.000 ore hanno verificato morbidezza, rigidità, temperatura, compattezza e comfort. I test hanno permesso al team di identificare il “punto magico” per il supporto lombare, per la precisione 130 mm sopra il bacino. Alla fine è arrivato il nuovo sedile F-Gen 2 che sarà montato di serie su tutti i modelli Ford: è il primo utilizzo globale di un solo tipo di seduta nella storia dell’industria automotive. Il debutto in Europa è previsto entro la fine dell’anno sulle versioni Vignale di Edge e S-Max. I sedili possono contare anche sulla speciale funzione di massaggio attivo con 11 cuscini pneumatici che si gonfiano in sequenza per generare un effetto piacevole e rilassante alla guida.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email