Ferrari's Sebastian Vettel during day one of testing ahead of the 2017 Formula One season at the Circuit de Catalunya, Barcelona. PRESS ASSOCIATION Photo. Picture date: Monday February 27, 2017. Photo credit should read: David Davies/PA Wire. RESTRICTIONS: Editorial use only. Commercial use with prior consent from teams.

Formula 1: Che cosa hanno detto i test invernali in vista del debutto a Melbourne?

Dopo gli 8 giorni di test in Spagna, a due settimane esatte dal debutto del campionato di Formula 1 che ripartirà col Gran Premio d’Australia, a che punto sta la Ferrari rispetto alla concorrenza?  

Durante i test, i team fanno di tutto per non scoprire subito le proprie carte ed i tempi finiscono per contare relativamente non fosse altro perchè, chi più chi meno, ogni pilota ed ogni team potrebbe ancora spingere di più.ferrari-sf70h-03-2joo

I due pilota del Cavallino, Sebastain Vettel e Kimi Raikonnen, hanno entrambi espresso parole di soddisfazione sulla SF70H, in particolare sull’affidabilità, visto che la macchina fatto è riuscita a compiere 488 giri (pari a 2.271 chilometri) complessivi con una sola power unit.

mercedes-f1-test-joo

La prima avversaria della Ferrari sulla carta, la nuova Mercedes W08 Hybrid EQ Power+, è enigmatica per via di qualche problema tecnico che potrebbe aver influito negativamente sullo sviluppo di una vettura in cui le performance delle innovazioni potrebbero richiedere del tempo prima di essere al 100%. Ci si augura, nel nome dello spettacolo, una sfida fianco a fianco con la Ferrari, fin dalla prima curva dell’imminente mondiale.

redbull-f1-test-joo

Sulla Red Bull  RB13 firmata Adrian Newey, l’incognita maggiore è la Renault, fornitore della power unit sponsorizzata TAG Heuer. Che si prospetti un inizio come l’anno scorso a rincorrere fin dall’inizio Mercedes e Ferrari?

mclaren-f1-test-joo

Discorso simile anche per la nuova MCL32 il cui sviluppo si rivela difficoltoso per problemi irrisolti durante le prove che riprospettano anche quest’anno le frustrazioni dei piloti, Fernando Alonso in primis.

I test sembrano dunque aver indicato che le prime posizioni restano appannaggio del Top 3, Mercedes, Ferrari e Red Bull, con distacchi dal gruppo centrale dagli otto decimi a un secondo e mezzo. Force India, Williams, Haas, Toro Rosso e Sauber dovrebbero continuare a essere su uno stesso livello di lotta mentre la McLaren è un’enigma. Che ne sarà di queste indicazioni? Ce lo dirà Melbourne.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email