museomotodepoca

Idea week end su due ruote: un panorama mozzafiato e 170 moto d’epoca nel museo più alto al mondo

Moto storiche nel museo più alto del mondo. Oltre 170 pezzi storici sono stati raccolti dai gemelli Alban e Attila Scheiber nel Top Mountain Motorcycle Museum di Hochgurgl, all’estremità meridionale della Valle dell’Ötztal, in Tirolo, Austria, a pochi passi dal confine italiano e a 2.175 metri di altitudine. Il museo verrà inaugurato l’8 aprile. Come si legge in un comunicato il museo, con un’area espositiva di 2.600 mq, trova dimora nel nuovo edificio polifunzionale Top Mountain Crosspoint (progettato dall’architetto tirolese Michael Brötz), che riunisce sotto uno stesso tetto anche la stazione a valle della nuova cabinovia Kirchenkar, un elegante ristorante panoramico e la stazione di pedaggio stradale del Passo Rombo. Il luogo è uno dei paradisi dei motociclisti: il Passo Rombo è infatti una delle strade alpine più famose per i panorami mozzafiato, oltre che la più alta strada transfrontaliera d’Austria. La visita al museo è un’ottima occasione per ammirare le moto storiche e per percorrere le strade del Passo Rombo, una strada che un tempo era una mulattiera e che unisce la Val Passiria e la Ötztal.

Tra le marche presenti all’interno del museo ci sono: Motoguzzi, Mv Augusta, Ducati, Bmw, Nsu, Dkw, Zündapp, Triumph, Norton, Matchless, Ajs, Brough Superior, Vincent, Honda, Henderson, Indian, Harley Davidson. Tra i modelli, il museo può vantare alcune Harley Davidson del 1914, 1926, 1938 e degli anni ’40 e ’50. Tra i pezzi speciali c’è una Brough Superior del 1939, costruita dal leggendario pilota George Brough, e una due cilindri Indian del 1912. Il pezzo più antico in mostra risale al periodo imperiale, ed è una favolosa Laurin & Klement del 1905. Oltre alle due ruote, il museo ospita anche alcune auto profondamente radicate nella storia delle corse: una Ferrari California Spider, una Porsche 959 e una Lotus 23 B. I fratelli Scheiber (albergatori ad Obergurgl, proprietari anche di una scuola di sci nonché gestori della strada alpina del Passo Rombo) hanno investito oltre 23 milioni di euro e hanno fortemente voluto questo progetto.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email