zeal

Incidente tra le onde: la moto salta e… oops, c’era un drone (VIDEO)

Sono davvero spettacolari le evoluzioni delle moto d’acqua. Continui salti tra le onde che fanno venire i brividi e aumentano l’adrenalina. E spesso a riprendere questi momenti sono i droni. Talvolta, però, accadono degli inconvenienti come quello del Festival of Freeride in Nuova Zelanda. Come si nota dal video, il salto tra le onde di una moto d’acqua è stato fatale per un drone. Infatti, mentre la moto volteggiava ha colpito in pieno il drone, che stava riprendendo ed è finito in acqua.

Qualcosa di simile, che poteva avere conseguenze molto più gravi, è accaduta lo scorso dicembre a Madonna di Campiglio, durante la seconda manche dello slalom notturno. È stata la prima (e l’ultima esperienza, dell’uso del drone per rendere ancora più spettacolari le riprese tv. L’oggetto volante (forse per lo scaricarsi della batteria) si è schiantato sulla pista frantumandosi a pochissima distanza dal campione austriaco Marcel Hirscher. Secondo Markus Waldner, il responsabile Fis delle gare maschili, il drone doveva volare solo lateralmente rispetto alla linea di discesa degli atleti. Una delle ipotesi è che sia scaricata la batteria che lo alimentava. La Federazione internazionale di sci ha messo messo al bando i droni utilizzati per le riprese delle gare di Coppa del mondo. La Fis vieterà i droni “finché io sono responsabile perché rappresentano un pericolo”, ha affermato il direttore di gara maschile, Markus Waldner. “È stata una fortuna che Marcel non si sia fatto male. Ho pensato che fosse un addetto alla pista che correva dietro di me o una porta. Sono molto felice che non sia successo niente”, ha aggiunto.

 



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email