stelvio

Italia (magica) su due ruote: tra Alpi e Appennini, ecco i 10 passi più belli da vivere in moto

Il brivido di arrampicarsi in moto in cima alla montagna. E poi rituffarsi in discesa sul versante opposto. È una vera e propria passione quella di valicare in sella alla propria moto i passi alpini e appenninici. Per la sua conformazione l’Italia è un luogo unico in grado di garantire emozioni uniche a tutti coloro che vogliono provare l’ebbrezza di godere dei panorami più belli. Sempre in sella alla propria moto. Ci sono alcuni passi alpini e appenninici che devono essere percorsi dagli appassionati. Proviamo a vedere quali sono i più divertenti e affascinanti.

motomontagna2

Partendo dall’estremo nord dello Stivale c’è il Passo Rombo: chi lo percorre dice di sentirsi come il conquistatore di una terra selvaggia, un universo parallelo di colori e forme che si fa fatica a dimenticare al parei delle curve sui due versanti. Poi c’è il Grossglockner: si tratta di un gomito d’asfalto che si arrampica fino al ghiacciaio più esteso d’Europa, tra paesaggi maestosi e una vista a 360°. Scendendo verso gli Appennini c’è il Passo della Cisa: da tempo immemore è meta di pellegrinaggi da parte degli amanti delle due ruote tra Parma e La Spezia. Tra passione e romanticismo si arriva fino alla vetta a 1042 metri. E ancora: gli amanti di moto e montagne non possono non percorrere il Passo Giau. Chi ci è già stato giura che ha sempre voglia di ritornare. Una emozione che si ripropone tutte le volte che viene percorso.

motomontagna

Tra Toscana ed Emilia Romagna c’è il Passo del Cerreto: 30 chilometri di pura libidine tra curve e boschi. E ancora il mitico Stelvio: una montagna “sacra” per gli appassionati. Almeno una volta nella vita va percorso. Arrampicarsi sullo Stelvio in sella alla propria due ruote è un momento che difficilmente si riesce a dimenticare. Un altro itinerario sempre molto apprezzato dai motociclisti è Bocca Trabaria, una strada molto bella e molto conosciuta per la cronoscalata automobilistica che si correva fino a pochi anni fa. Siamo sull’Appennino romagnolo tra la Valle del Metauro e la Valle Tiberina. Da valicare c’è anche il Passo del Penice: tra Varzi e Bobbio è una strada sempre molto gradita dagli appassionati. Infine un passaggio sulle Alpi francesi: Col du Telegraph e Col de L’Iseran: le strade sono molto ben tenute, i panorami sono grandiosi e c’è un rispetto non indifferente, per i motociclisti, anche da parte di chi procede in auto. Tra Valloire e Saint-Martin-d’Arc, preparatevi a sperimentare angoli di piega sconosciuti. L’Iseran è il passo carrozzabile più alto d’Europa a quota 2.770 metri sul livello del mare. Un imperdibile passaggio, lungo le rotte della Route des Grandes Alpes.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email