riders

Italia in moto: gli itinerari più belli che un buon rider deve conoscere

Ci sono dei luoghi a cui  i motociclisti sono particolarmente legati. Si tratta di località per cui un rider impazzisce (di gioia, ovviamente): “Mecche” del motociclismo conclamate, nastri d’asfalto e località che, negli anni, si sono conquistate un posto d’onore nell’italica mitologia delle due ruote. Non sono solo le strade più belle su cui guidare o percorsi intriganti ma mete caratteristiche che ogni appassionato delle due ruote deve conoscere se vuole sentirsi tale. E allora vale la pena elencarle e descriverle in modo da poter sapere dove sono e perché nel tempo hanno  assunto quell’alone di leggenda.

muraglione

La prima meta da segnare con il bollino rosso è il passo del Muraglione: mitica strada tra Toscana e Romagna. Uno dei luoghi sacri del motociclismo: chi non hai mai messo le ruote sull’asfalto del Muraglione, deve farlo almeno una volta nella vita per potersi sentire rider a tutti gli effetti. A seguire c’è la Costiera Amalfitana: una strada sempre troppo trafficata in ogni periodo dell’anno ma comunque bellissima. E se si è particolarmente fortunati la si può percorrere senza traffico eccessivo: dicono sia una esperienza unica e irripetibile

forcadacero

Al terzo posto c’è la piana di Campo Imperatore: bella la strada che sale, ancora più bella quella che scende. E poi quando si arriva in vetta lo scenario è davvero mozzafiato. Per non parlare del cibo buono e di quegli arrosticini che sono una delizia. Restando in Abruzzo c’è Forca d’acero: Porta d’accesso al Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. Un’altra delizia per gli occhi dei rider. Altra tappa sempre molto apprezzata è la val Nerina, una delle destinazioni che col tempo è diventata un “must” (anche e soprattutto dal punto di vista culinario) e la piana di Castelluccio e la famosa, celeberrima, pluridecantata, osannata fioritura delle lenticchie.

marenevetna

Spostandosi più a sud c’è la statale Mare-Neve dell’Etna: per curve, paesaggi e suggestioni, una moto-destinazione irrinunciabile. Un “io ci sono stato” che non può mancare nel palmarès del vero motociclista. Da un’isola all’altra: la Bosa-Alghero: nonostante in Sardegna possano essere altre le strade più panoramiche da percorrere, questa ha sempre un fascino particolare nel cuore dei rider. E allora è sempre il caso di provarla e di gustare i sapori dell’isola.

sardegna

Un salto sulle montagne del nord: il passo dello Stelvio, reso ancora più celebre dalle tappe del Giro d’Italia. E anche in moto percorrerlo dal versante nord provoca un’adrenalina unica. Chi ha ancora voglia può anche provare il Gavia, tanto per non continuare a sognare. Sempre in montagna c’è il giro dei 4 passi: semplicemente mitico con curve, paesaggi sensazionali. Una sorta di parco giochi per motociclisti: Pordoi, Sella, Gardena e Campolongo, questi gli ingredienti di un cocktail da bere in giornata, tutto d’un sorso.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email