cardesign4

Le auto di oggi e di domani disegnate dalle donne: quando il colpo di genio è rosa

Il design delle auto moderne si tinge di rosa. E anche tanto: infatti, in un settore che resta prevalentemente maschile, si stanno facendo largo tante donne che stanno disegnando e disegneranno le auto di oggi e di domani. Martina Starke in Bmw e Agneta Dahlgren in Renault stanno contribuendo a plasmare le caratteristiche delle vetture che guidiamo ogni giorno. A detta di Siobban Hughes, Chief Designer nel reparto colori e materiali in Jaguar, nel mondo del car design ci sono molte possibilità di carriera per le donne e l’industria automobilistica dovrebbe promuoversi di più anche con il gentil sesso. E allora vale la pena proseguire nella lettura con una serie di esempi di donne che a colpi di genio stanno trasformando il settore del car design. Insomma il vento sta cambiando e i primi a fiutare questa metamorfosi sono stati i tecnici di Volvo: il team design della Casa scandinava è composto per un quarto da donne (su un totale di 160 persone). Tra loro ci sono tre delle migliori stiliste del marchio svedese: Ebba-Maria Thunberg, vice presidente del reparto colori e design dei materiali; Christine Lindberg, direttore interaction design; e Tisha Johnson, senior director a capo dello studio di design di Volvo in California.

cardesign2

In Germania, invece, Martina Starke ha lavorato in Bmw per 15 anni ed è responsabile del settore dei colori, delle finiture dei materiali e della qualità del design di tutti i modelli bavaresi. In tutti questi anni ha visto cambiare il settore in cui lavora e se all’inizio non esistevano donne nei dipartimenti di design esterno, ora nel reparto progettazione di Bmw ci sono più donne che in ogni altro dipartimento del marchio tedesco. Da Bmw a Renault, la matita delle compatte francesi è quella di Agneta Dahlgren a cui è affidata la responsabilità della creazione del design dei veicoli compatti del marchio transalpino, tra cui la nuova Scénic.

cardesign3

Altra storia da raccontare è quella di Mimi Vandermolden che nel 1969, quando le donne erano una vera rarità nell’ambiente automobilistico, entrava a far parte di Ford. Basti dire che nella sua carriera ha lavorato a icone del calibro di Mustang, Taurus, Granada e Probe. Una curiosità: la Vandermolden fu una pioniera nella progettazione e nello studio dell’ergonomia di diverse componenti dell’auto. Grazie anche a lei nacquero ad esempio le manopole rotanti per il controllo del climatizzatore. Come se non bastasse, a capo del dipartimento di progettazione dei colori e dei materiali di Ford Europe c’è Sonja Vandenberk che nella sua carriera è passata per tante Case automobilistiche tra cui General Motors, Mitsubishi e Nissan. Dal suo lavoro sono nati gli interni della Opel Adam, della Mitsubishi Lancer, della Ford Mondeo e della S-Max, per citarne alcune. Anche in Mercedes si sono accorti della capacità femminile in termini di car design: Claudia Braun è la responsabile del colore dei materiali degli interni. Tra i suoi lavori più recenti le nuove Mercedes Classe E e Maybach S.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email