capsule

Motori e moda: dal sodalizio fashion tra Pirelli e Lamborghini ecco la nuova Capsule collection

Arriva la nuova capsule collection firmata Pirelli e Lamborghini. Le due eccellenze del Made in Italy hanno unito i rispettivi know how per dare vita a un’inedita collezione battezzata Automobili Lamborghini powered by Pirelli Design. Sono tre i prodotti messi a punto dalla casa automobilistica e da Pirelli Design alla ricerca di un punto di raccordo tra l’abbigliamento e le calzature nel segno dell’automotive: il giubbotto, la polo e i mocassini. Il giubbotto multitasche con 4 scomparti esterni e uno interno per l’uomo moderno sempre più flessibile e dinamico. Estrema tecnologia, massima qualità e grande ricerca nell’accoppiamento dei materiali: pelle d’agnello più nylon. La polo è in piquet di cotone mercerizzato e ha il collo incostina intarsiato in due toni di grigio. Dettagli di fettuccia a contrasto nel girocollo e negli spacchetti. Scudetto Automobili Lamborghini gommato ad alta definizione e volumizzato in un effetto 3D. Ai piedi, driving shoes con soluzioni ergonomiche per agevolare l’articolazione del piede anche durante la guida.

Il progetto estende agli abiti e alle calzature il DNA dei due brand, in particolare, tecnologia, eleganza e qualità rigorosamente Made in Italy. Pirelli e Lamborghini lavorano insieme da tempo: sin da quando nel 1963 Ferruccio Lamborghini si rivolgeva al costruttore di pneumatici per gommare la prima vettura della sua neonata azienda automobilistica, la 350 GTV. Si tratta di una delle partnership più proficue del mondo dell’automobilismo, destinata a segnare alcune delle tappe più importanti della tecnologia e del costume della storia automobilistica mondiale. Saranno, ad esempio, Pirelli gli pneumatici che gommeranno la mitica Miura, la Countach, la Diablo o la Gallardo, per citare alcuni dei gioielli della casa di Sant’Agata Bolognese; e sarà una Lamborghini, invece, quella che l’attrice Uma Thurman guiderà in una celebre pubblicità Pirelli degli anni duemila.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email