test-etilometro-5joo

Test all’etilometro: soffiando poco, non si scappa, anzi ci scappa l’ipotesi di reato

Attenzione: la misura dell’etilometro è sempre valida, anche se l’apparecchio indica la scritta “misurazione insufficiente”. E chi soffia tanto poco da non far funzionare lo strumento, protrebbe incappare addirittura in un reato. E’ ciò che ha deciso la Corte di Cassazione. 

test-etilometro-joo

Quindi se siete tra quelli convinti che in caso di controllo con l’etilometro, basti far credere di avere il fiato debole per scampare alle conseguenze di qualche bicchiere di troppo, abbandonate ogni speranza. Non si scappa all’etilometro soffiando poco.

Con la sentenza 6636 del 13 febbraio 2017, la Corte di Cassazione  ha stabilito che la misurazione dell’etilometro è sempre valida, anche se appaiono uno tra i due messaggi d’allarme “volume insufficiente” o “misurazione insufficiente”.

test-etilometro-3joo

Il caso è diverso se il volume d’aria soffiato è tanto ridotto da non consentire l’indicazione di un valore di tasso alcolico sull’apparecchio. C’è però da stare attenti, perché in questa circostanza scatteranno controlli medici, e a meno di soffrire di una patologia che vi impedisce di soffiare adeguatamente, si configurerà il reato di rifiuto del test.

In definitiva, la soluzione, tutta semplice, c’è: è meglio non bere. Soprattutto perché, controlli o no, ne guadagna la sicurezza: la vostra e quella degli altri.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email