Valentino-Rossi-MotoGP-Valencia-Race-w6mmvZHIrCdl

Honda e Ducati: le più forti?

Il weekend di Valencia non è iniziato nel migliore dei modi per Valentino Rossi. Anche sul tracciato spagnolo la Yamaha ha confermato le difficoltà che l’hanno tormentata nella seconda parte della stagione e il “Dottore” non è neanche riuscito ad inserirsi nella top 10 cumulativa a fine giornata. Stessa sorte capitata al compagno Maverick Vinales, che è nella sua scia. Per il pesarese, sembra prospettarsi un altro fine settimana tribolato, al punto che nel suo debrief gli è stato chiesto se non volesse che fosse già domenica sera.

“Se già venerdì non vedi l’ora che sia domenica sera, diventa tutto più difficile, quindi bisogna crederci fino all’ultimo giro della gara, perché magari cambia tutto” ha scherzato il nove volte iridato. “Sarà difficile, ma l’ultimo run mi ha un po’ rinfrancato, perché abbiamo fatto una modifica e la moto è andata meglio. Ero con la gomma media, ma sono comunque riuscito a fare dei buoni giri”.

E sui favoriti aggiunge: “Sembra che le Honda facciano un altro sport, soprattutto le due Repsol, ma anche le Ducati sono molto veloci, quindi sarà difficile battere quei quattro. Poi c’è il solito Zarco che va forte, ma bisogna provare a fare il massimo e vedere”.

E sulle voci di un possibile rinnovo del contratto che scadrà alla fine del prossimo anno, il padre Graziano ha scherzato dicendo: “Valentino sta pensando di correre altri dieci anni, questo è il segreto che tu non sai”. 

Valentino sembra ricevere quindi grande sostegno dalla famiglia che desidera vederlo correre ancora a lungo. “Oltre a Graziano ci sono tante persone, ad esempio mia mamma, che mi supportano e mi consigliano di continuare. Terrò conto del loro pensiero. Dieci anni forse sono un po’ tanti: magari non sarò ancora in MotoGP ma correrò da qualche altra parte”.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email