assicurazione

Assicurazione moto temporanea, cosa è e soprattutto conviene? Come funziona questa particolare polizza

Con l’arrivo della primavera, inizia ad aumentare la voglia di andare in moto. Di togliere la due ruote preferita dal garage dopo il freddo invernale e di tornare a respirare l’adrenalina di un viaggio, o un passeggiata in sella alla propria moto.  E allora chi utilizza lo scooter o la moto solo in alcuni periodi dell’anno potrebbe cogliere al volo la possibilità di stipulare una polizza assicurativa temporanea. Si tratta di una formula che consente al proprietario del veicolo di sottoscrivere una polizza moto per un determinato periodo di tempo, definito nel contratto stesso. E i premi assicurativi sono calcolati proprio in base al periodo scelto. A differenza delle polizze tradizionali, infatti, le assicurazioni moto temporanee permettono di risparmiare sul premio assicurativo perché coprono le spese solo per il periodo di tempo fissato nel contratto (che può andare dai 3 ai 6 mesi ma può essere anche personalizzato in base alle proprie esigenze) e non per l’arco dell’intero anno.

assicurazione2

Sostanzialmente le assicurazioni moto temporanee possono essere di due tipi: la prima, definita ‘temporanea’, è di breve durata e quindi può risultare piuttosto vantaggiosa per le persone che usano la moto occasionalmente o in giorni della settimana prestabiliti; la secondo tipologia, quella ‘periodica’, è calibrata per periodi di tempo di media entità (in genere sei mesi) e quindi risulta indicata per chi utilizza la propria moto durante la stagione primaverile o quella estiva. Tuttavia è necessario fare attenzione a quei sinistri che avvengono al di fuori della copertura. Se infatti l’incidente ha un valore nettamente superiore a quello preventivato nella polizza, la compagnia coprirà solo le spese previste, mentre il resto dell’importo dovrà essere pagato da chi ha causato il sinistro.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email