mips

Bell, la tecnologia MIPS sull’MX-9: contrasta la pericolosa rotazione del casco all’impatto

La sicurezza in moto è l’obiettivo che persegue da sempre Bell. E nel 2017 l’azienda nota per la produzione di accessori per le due ruote introduce l’innovativa tecnologia MIPS (Multi-Directional Impact Protection) sulle nuove versioni del MX-9 e MX-9 Adventure. Fino ad ora era presente solo sui caschi di alta gamma: “È nostra convinzione che ‘high tech’ non deve equivalere a ‘prezzo elevato’ – ha dichiarato Chris Sackett, vice presidente dei Bell Helmets -. Da ormai 60 anni ci occupiamo di sicurezza sui caschi e nella nostra Mission c’è la volontà di fornire protezione di alta qualità ai piloti di ogni livello. La scelta di allargare I benefici offerti da MIPS a un range maggiore di caschi Bell va in questa direzione”.

mips2

Vale la pena capire di cosa si sta parlando nello specifico. La tecnologia MIPS si basa sullo “slip plane system”, un layer (inserito sotto la fodera interna della calotta) a basso attrito, progettato per “ruotare” all’interno del casco in caso di impatto. Questa azione depotenzia la quantità di energia trasferita alla testa. MIPS funziona attraverso 4 elastometri, fissati alla struttura del casco, capaci di muoversi in tutte le direzioni per 10 – 15 mm. Quando la testa ruota velocemente per poi subire un arresto improvviso, l’accelerazione rotazionale può causare una deformazione con conseguente lesione del tessuto cerebrale. MIPS consente di ridurre al massimo tale rischio permettendo alla testa di scorrere indipendentemente dal casco durante i millisecondi più critici dell’impatto. MIPS, ad esempio, è una delle caratteristiche principali degli integrali sportivi PRO STAR e RACE STAR presentati nel 2016.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email