benellikel

Benelli, il Kel 302 reinterpretato in un concept da Oberdan Bezzi

Non è un momento facile per Benelli. Di recente il tribunale di Pesaro ha dichiarato fallimento dopo l’esposto del fornitore di sospensioni WP, che vanta un debito con l’azienda ancora non riscosso. Da parte sua Benelli ha fatto ricorso alla Corte d’Appello di Ancona per dimostrare che il debito è stato saldato. Probabilmente nei prossimi giorni arriveranno altre notizie in merito ma i modelli del marchio continuano a ispirare i designer. È il caso di Oberdan bezzi per per il suo nuovo concept ha pensato alla Benelli proponendo una nuova sportiva di piccola cilindrata. In quel settore ormai consolidato delle sportive 250/300, la piccola italo-cinese potrebbe dire la sua con un prodotto dalla qualità generale buona e un prezzo d’attacco convincente, punto forte anche delle altre moto prodotte in questi ultimi anni, specialmente le 251 e le 302.

Secondo il designer,il proprietario cinese non ha ancora sfruttato a pieno l’immagine storica di Benelli e per questo bisogna correre ai ripari, riportando all’attenzione il trascorso sportivo: “A che serve acquisire un grande Marchio se non se ne sfrutta l’immagine e la storia e si propongono prodotti anonimi e di gusto non particolarmente Italiano o quantomeno Occidentale? Speriamo che la dirigenza dell’azienda attualmente in difficoltà “burocratiche”, si accorga di questo e vi ponga rimedio”. L’elaborazione di Bezzi si chiama Benelli Kel 302 Concept, un nome particolare che arriva direttamente dal titolo mondiale della categoria 250 del 1969, vinto da Kel Carruthers. Tecnicamente Oberdan non si è staccato dalle attuali realizzazioni, quindi il motore bicilindrico 302 è confermato così come il telaio e la ciclistica già di casa in Benelli, ma le carene grigio-verdi (obbligatorie) hanno uno stile moderno e molto accattivante. Bezzi ha mantenuto il legame con la tradizione attraverso lo scarico nero con i tromboncini tipico delle GP Benelli negli anni d’oro del costruttore, una chicca che molti intenditori apprezzerebbero. Ancora non è dato sapore se il design verrà applicato realmente ma gli appassionati possono continuare a sognare.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email