Bmw R1200 GS torna nella versione Rallye, una enduro perfetta per adattarsi a qualsiasi stile di guida

Forse la BMW più famosa, una due ruote più iconiche e conosciute tra gli appassionati. Parliamo ovviamente della R1200 GS, enduro che si è adattata per inseguire l’idea di una guida sempre più personalizzata. L’ultima versione della casa tedesca, la Rallye, nasce così identica al modello originale ma dotata di un pacchetto sportivo che la trasforma all’occorrenza in una moto “da terreno”, forte di sospensioni più lunghe e un telaio differente.

Innovativi anche l’escursione della forcella, l’interasse e l’avancorsa, con elettronica rinnovata per affrontare ogni percorso senza timore. La modalità di guida Pro include i profili Dynamic e Dynamic Pro, Eduro ed Eduro Pro, oltre al controllo dinamico della trazione DTC per una migliore sicurezza e accelerazione anche a moto inclinata. L’arma in più è l’elettronica, ma senza trascurare la sicurezza, con frenata integrata che ripartisce la forza tra la coppia di dischi anteriore e il singolo disco posteriore.


I limiti imposti dalla nuova normativa Euro 4 non intaccano le prestazioni, con 125 cv di potenza a 7.750 giri e 125 Nm di coppia, garantiti dai 1170 cc del motore boxer modificato in pochi particolari al quale si aggiunge il catalizzatore modificato. Per l’allestimento Rallye bisogna aggiungere al prezzo standard (16.840 euro) altri 650 euro, con un ulteriore spesa di 310 per le sospensioni sport.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email