consumi

Consumi auto e moto: ecco il database per confrontare i dati di migliaia di veicoli

È una delle domande più frequenti quando si decide di acquistare una moto o un’automobile nuova. Quanto consuma? A dare una risposta è il portale tedesco Spritmonitor.de. L’idea di partenza è abbastanza semplice: viene applicato il principio dei social network a un database che raccoglie e ordina dei dati altrimenti difficilmente collezionabili. Spritmonitor viene abitualmente utilizzato, ad esempio, dall’International Council of Clean Transportation (ICCT) o dalla Federazione Europea delle Associazioni Motociclistiche (FEMA). Il sito è realmente utile per valutare i consumi effettivi dei veicoli nell’uso quotidiano e il loro scostamento dai dati dichiarati dai costruttori.

Questo social network ha coinvolto quasi 400mila utilizzatori che riportano con regolarità i dati di 537.804 veicoli. Sono infatti quasi 20 milioni i rifornimenti registrati, per 745 milioni di litri di carburante. E quasi 10 miliardi di chilometri percorsi. Si tratta di una mole enorme di dati che vengono costantemente confrontati. Per usare Spritmonitor è sufficiente registrarsi gratuitamente. In questo modo si può subito contribuire con i dati del proprio veicolo. O anche solo per fare ricerche relative a uno o più mezzi, confronti, paragoni. Le chiavi di ricerca comprendono tipologia di veicolo, produttore, modello, carburante, tipologia di cambio di velocità, nome del modello, intervallo degli anni di produzione, range di potenza, chilometraggi considerati, lunghezza del periodo considerato.

I dati più facilmente ottenibili sono i consumi medi (ordinati con andamento crescente o decrescente) e gli scostamenti dai valori dichiarati dai costruttori. Ma non mancano altre analisi più approfondite, come la classifica delle moto (o delle auto) che consumano meno, quella che ordina il rapporto fra cavalli e consumi (davvero i motori più potenti consumano di più?), quella sulle emissioni di CO2 o l’andamento dei prezzi del carburante negli anni. Costruendo il proprio panel di veicoli, si possono poi ottenere i grafici di analisi, con gli andamenti. Il sito di Spritmonitor è consultabile gratuitamente anche attraverso le app per Iphone, Android e Windows Phone.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email