commande2

DS inaugura il progetto della personalizzazione della propria auto: Commande Spéciale

È la prima DS fatta su misura. Si chiama DS 5 Commande Spéciale ed è il risultato della richiesta personale di una cliente della firma francese, la ‘Signora L’ (così come al chiamano in DS), e di ben 4 mesi di lavoro manuale. Esordirà al Salone di Parigi 2016: si tratta di un più ampio progetto della casa transalpina che porta la personalizzazione della propria auto – sia essa anche un modello di grande serie – vicino al cliente finale. Il DS World di Parigi è il centro dal quale far passare ogni richiesta, in futuro estesa all’intera gamma DS, per modificare secondo il proprio gusto e stile l’auto. E la DS 5 Commande Spéciale è il primo esempio delle potenzialità di questo progetto.

commande3

Vale la pena scendere nel dettaglio di questa auto fatta su misura per capire bene quanto è speciale. Innanzitutto sfoggia un’esclusiva colorazione per la carrozzeria in Stardust Black, tonalità appositamente creata, caratterizzata da una base nera glitterata, abbinata alle tradizionali cromature e cerchi in lega in nero lucido con elementi a contrasto dorati. Non finisce qui la personalizzazione, poiché il pomello del cambio è stato creato con un processo di stampa 3D, grazie al quale il motivo intrecciato della pelle è stato trasferito sul titanio in cui è realizzata la parte. C’è un tocco di DS E-Tense, di concept car, a bordo: il verde Amétrye del velluto del quale sono rivestiti il vano portaoggetti e i tappetini, è stato ripreso dalla show-car.

commande4

Unica anche la cappelliera in pelle nera e con uno spazio a soffietto per riporre l’abito, a coprire un vano bagagli dove riporre il set di valigie in pelle di vitello, foderate internamente in raso. Sono i materiali e i colori ad aver reso unica la DS5. Chiaramente, una targhetta identificativa “certifica” l’unicità della personalizzazione, riposta nel vano portaoggetti sul tunnel, riporta la scritta “Realizzato dall’Atelier DS – settembre 2016″, nel caso della DS5.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email