onymusha2

Ducati 1199S Panigale diventa “Onimusha”: una supernaked griffata Shibuya Garage

Una Ducati che diventa una streetfighter. È quanto sono riusciti a creare i brasiliani di Shibuya Garage che hanno svestito una Ducati 1199S e l’hanno trasformata in una belva da strada. I ducatisti duri e puri potrebbero storcere il naso di fronte a una idea simile ma l’effetto finale è davvero interessante. Anche perché solitamente i modelli special si basano su moto che hanno qualche anno. Invece, in questo caso, i ragazzi di Shibuya Garage hanno puntato su una moto recente che per gli amanti delle Rosse di Borgo Panigale possiede un fascino mistico. Il risultato definitivo è un modello chiamato Panigale Onimusha. I ragazzi di Shibuya Studio (San Paolo) sono partiti con l’idea di prendere una delle più blasonate sportive in commercio e farne una cattivissima super-naked: come vuole la tipica tradizione teutonica (le streetfighter sono di gran moda tra i customizzatori tedeschi) il codino è stato accorciato all’estremo, lasciando solo un piccolo strapuntino affinchè il pilota possa sedersi.

onymusha

Ovviamente su una streetfighter la carenatura è solo un inutile orpello: le sovrastrutture sono state smontate e messe in cantina, al fine di lasciare in bella vista la nuda meccanica. Un grosso problema è stato quello di occultare i cablaggi: su una supersportiva tutti gli elementi necessari ma sgradevoli alla vista sono nascosti dalla carena, pertanto questi vulcanici brasiliani hanno dovuto escogitare soluzioni alternative per non compromettere il design della loro creatura con cavi e filamenti. Nonostante le modifiche radicali, si è voluto mantenere ben chiara l’identità Ducati: il faro anteriore è infatti quello della Panigale standard, esibito in bella mostra per non tradire le origini bolognesi di questa special. Una piastra metallica, dotata di una piccola tabella portanumero recante il numero 8, funge da piccolo cupolino, riprendendo le forme del celebre frontale della 1199. Insomma questa minacciosa stretfighter ha il potere di far cambiare idea anche ai ducatisti più intransigenti.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email