sixty2

Ducati, arriva la “giovane” Scrambler 400 Sixty2

Ducati propone la Scrambler 400 Sixty2: una moto per un pubblico diverso, giovane e un po’ meno esperto. Come si legge sul sito scramblerducati.it, “Sixty2 è uno Scrambler che si ispira alla cultura giovanile dello skateboard, del surf e della musica pop. Ecco perché Sixty2, lo Scrambler più popular di sempre, è la nuova ‘icona pop”. L’estetica è praticamente la stessa della Scrambler già in commercio, con alcune finiture leggermente meno “ricche” rispetto ai cinque allestimenti offerti con motore 800 (Urban Enduro, Full Throttle, Icon, Classic e Flat Track Pro).

sixty22

Il motore è il classico bicilindrico a L con raffreddamento ad aria Ducati, ma in versione 399 cm : questa cubatura si era vista di sfuggita una ventina di anni fa sulla Monster 400 (un modello sviluppato per i mercati orientali e distribuito in pochi esemplari in Europa), ora debutta in grande stile sulla Sixty2 in versione rivista e aggiornata. Infatti è già omologato Euro 4 e con 41 CV rientra nei limiti della patente A2 che si fa a 18 anni. La ciclistica vede all’opera il telaio Scrambler in tubi, forcella Showa tradizionale da 41 mm e forcellone posteriore in acciaio, abbinato un monoammortizzatore Kayaba regolabile nel precarico. E ancora: i cerchi in lega a 10 razze da18 pollici davanti e da 17 pollici dietro montati su gomme Pirelli MT 60, capaci di cavarsela anche sugli sterrati leggeri e dischi freno da 320 mm all’anteriore e 245 mm al posteriore, controllati dall’ABS di serie. La linea rimane quella della Scrambler, anche se in realtà il serbatoio è tutto nuovo: ha una capienza di 14 litri, è più snello rispetto quello delle 800 e sfoggia grafiche e logo dedicati.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email