fisicainmoto2

Ducati coltiva giovani talenti e ripropone il progetto “Fisica in moto”

Fisica in moto è il corso ideato da Ducati per coltivare i giovani talenti. Anche quest’anno si ripropone la collaborazione con le università di Modena e Reggio Emilia per consentire a un gruppo di 25 ragazzi (studenti maggiorenni delle scuole secondarie superiori) dal 18 al 22 luglio di entrare nella sede di Borgo Panigale e osservare da vicino l’attività dell’azienda: il tutto questo si svolge all’interno di un laboratorio creato appositamente per accogliere scolaresche e gruppi didattici, il luogo ideale per approfondire in un ambito più pratico le nozioni di meccanica e termodinamica apprese sui banchi. Alle lezioni saranno presenti ingegneri Ducati e docenti universitari che impartiranno lezioni di dinamica dei sistemi, modellazione e laboratori di ricerca sperimentale, oltre allo studio degli effetti dei principi fisici su una vera Ducati da MotoGP.

fisicainmoto3

Il laboratorio dove si svolge il corso è stato progettato e costruito in tre diverse aree: l’officina, cioè la ricostruzione di una vera e propria postazione dove prende vita una moto; qui in cinque postazioni verranno presi in considerazione altrettanti concetti fisici: forza, momento torcente, attrito, quantità di moto e frequenza di oscillazione; e ne verranno studiati gli effetti su diversi componenti motociclistici; il laboratorio scientifico: un vero e proprio laboratorio di fisica che, grazie a macchinari appositamente studiati in Ducati, permette di trattare altri argomenti quali la differenza tra massa e peso, il secondo e terzo principio di Newton e la conservazione del momento angolare; la sala Ducati Corse: la sala più pratica dove mettere in azione ciò che è stato appreso con quattro postazioni dove studiare ciò che rende una Ducati un mezzo unico. Per poter partecipare al corso bisogna essere maggiorenni e frequentare un istituto di scuola secondaria superiore. Le richieste vanno mandate entro e non oltre il 13 giugno all’indirizzo [email protected]



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email