ducatimotard

Ducati, la Scrambler Motard di Russell Motorcycles presentata al WDW

Lo Scrambler di Ducati è una moto che sin dalla sua nascita si è sempre prestata alle personalizzazioni dei customizzatori. La retrò di Borgo Panigale (che evoca, a partire dal nome, la mitica monocilindrica degli anni ’60-’70) è stata anche protagonista di un contest la cui finalissima si è svolta durante il World Ducati Week: allo Scrambler Custom Rumble vari customizers erano chiamati a proporre le loro interpretazioni della naked vintage di casa Ducati, e la moto vincitrice è stata eletta da una giuria di personaggi eminenti nel mondo della preparazione proprio tra 5 finaliste presenti al WDW dei primi di luglio. Nonostante l’ampia gamma di personalizzazioni la gran parte degli esemplari prodotti raramente si distacca del modello originale: quasi tutte le special su base Scrambler che si sono viste mantengono la filosofia della moto di partenza.

ducatimotard3

Tuttavia non è il caso della special dei ragazzi di Russell Motorcycles: presentata proprio al WDW, questa particolare bicilindrica ha calamitato l’attenzione del pubblico ducatista per la sua configurazione atipica e per le sue forme non convenzionali Scrambler Motard che si ispira al mondo delle moto da fuoristrada “vestite” con gomme stradali. La moto presenta una appariscente colorazione bianco-rossa, che ricorda la classica livrea Marlboro, ed è una aggressiva motardona, vestita con un abito fatto di forme squadrate e tese che richiamano alla mente le moto degli anni ’80-’90: gli albori della disciplina motardistica. Sulla fiancata, campeggia a caratteri cubitali la scritta Ducati, che attraversa su sfondo bianco sia gli ampi fianchetti sia il serbatoio che rimanda alle endurone degli anni che furono. Il parafango anteriore cortissimo e lo scarico laterale con saldature a vista MotoGP-style le conferiscono un look decisamente molto racing; la strumentazione, minimalista nel suo unico quadrante digitale, non si perde certo in inutili fronzoli.

ducatimotard2

A differenza di altre realizzazioni su base Scrambler, in questo caso non si tratta di modifiche plug&play: il telaio è stato modificato nella sua parte posteriore, per adattare una nuova struttura in due pezzi tra serbatoio e codone. Ultima nota di colore: la mascotte di Russell Motorcycles (un piccolo jack russell disegnato sul serbatoio) avverte chiunque sottovaluti le potenzialità di questa special.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email