domenicali

Ducati pensa al V4 per la Panigale: si lavora a una nuova Superbike

Le parole di Claudio Domenicali, Ceo di Ducati, hanno riacceso il dibattito sul motore V4. Durante la presentazione del team MotoGP, il boss di Borgo Panigale ha fatto esplicito riferimento al motore quattro cilindri della Desmosedici. “Abbiamo un motore che è molto affidabile, molto leggero, compatto – ha detto – e con un sacco di tecnologia interessante; stiamo seriamente pensando di proporlo ai nostri clienti in quanto è un capolavoro di ingegneria”. Si tratta di un’affermazione che ha dato sostanza ai rumor che si rincorrono da mesi secondo i quali a Borgo Panigale si sta lavorando duro su una nuova SBK a quattro cilindri che dovrebbe sostituire la Panigale. Tuttavia le interpretazioni possono essere molteplici. Possibile che Domenicali si riferisse alla volontà di realizzare una nuova Desmosedici RR stradale, o realizzare una replica MotoGP senza omologazione pensata ai tanti appassionati facoltosi che la userebbero in pista. Viene in mente quindi l’erede della 1299 Panigale, che se dovesse avere un motore a 4 cilindri sarebbe una rivoluzione totale per la storia di Ducati.

domenicali2

L’intera dinastia delle Superbike bolognesi è stata a due cilindri e aggiungerne due potrebbe far perdere clienti da un lato, ma guadagnarne da un altro. Ciò nonostante, sarebbe di sicuro un prodotto in linea con l’esclusività e l’immagine Ducati. Ad alimentare la discussione è stato anche il direttore sportivo Paolo Ciabatti il quale ha confermato a motomatters.com che “di sicuro sarà la Panigale a correre in Superbike nel 2017 e nel 2018”. Ciò potrebbe tradursi nella volontà di proseguire con lo sviluppo del bicilindrico, con l’obiettivo di vincere un titolo mondiale con Chaz Davies. “Unendo i puntini”, s’intuisce però che Ducati potrebbe introdurre la fantomatica V4 Superbike nel 2018, per debuttare in SBK a partire dalla stagione 2019, pensionando definitivamente l’architettura del bicilindrico a L che ha fatto la sua fortuna.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email