duc

La Ducati Scrambler che diventa Fat Bike: la pazza idea di Down & Out Café Racers

La Scrambler di Ducati diventa una “Fat MotorBike”. Davvero interessante la personalizzazione sulla best seller dal marchio bolognese effettuata dai ragazzi di Down & Out Café Racers. La Ducati si è sempre prestata alle più disparate personalizzazioni e ai più vari esercizi di stile ma una realizzazione del genere era davvero difficile da immaginare. E invece Down & Out Café Racers ci è riuscito. Sono infatti i grossi pneumatici – richiamano evidente alle Fat Bike – a caratterizzare principalmente questa Scrambler. Il tassellato di generose dimensioni le dà un aspetto molto imponente. Le ruote sono da 17’’, le gomme 180/55. L’altro intervento inevitabile ha riguardato la forcella e l’attacco delle ruote. Non è stato stravolto lo “scheletro” della moto. Il posteriore è stato ridisegnato e personalizzato, mantenendo intatto il telaio. La sella è stata realizzata ad hoc e rivestita in pelle e non si estende lateralmente come accade su quella originale; per coprire lo spazio restante sono state applicate delle plastiche scure.

duc2

I ragazzi di Down & Out Cafè Racers hanno studiato ogni dettaglio nei minimi particolari: nuovi sono il piccolo parafango anteriore e il faro circolare coperto da una griglia. molte parti sono state prese dal catalogo Rizoma: dal serbatoio del freno, alle leve freno e frizione, passando per copricatena, coperchio pignone e protezioni per la forcella. Al posteriore si fa notare un mono Öhlins, mentre il terminale, bello possente, è stato realizzato da un’azienda americana. Merita la giusta considerazione il serbatoio completamente riverniciato e “adornato” con tutti i nomi dei marchi utilizzati nella realizzazione di questa special. Ulteriore chicca è l’installazione del sistema di accensione senza chiave. Questa Scrambler non è solo un piacere da guardare ma – così accessoriata – si guida anche molto bene.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email