audiq5

Estetica aggiornata e tecnica rivoluzionata: ecco la nuova Audi Q5

Al Salone di Parigi Audi ha svelato la nuova Q5 che debutterà sul mercato nel 2017. Le rivoluzioni non riguardano tanto l’estetica (a parte le linee più geometriche e spigolose) quanto gli interventi si sono incentrati sulla tecnica. Il risultato è una vettura più leggera (fino a 90 kg in meno), precisa e meglio equipaggiata, pronta a sfidare le Alfa Romeo Stelvio, BMW X3 e Mercedes GLC. La nuova Audi Q5 del 2017 misura 466 cm in lunghezza, mentre la larghezza si attesta a 189 cm, l’altezza a 166 cm e il passo a 282 cm. A renderla più leggera è l’utilizzo di alluminio e acciai ad alta resistenza. I tecnici Audi hanno inoltre curato con attenzione il profilo aerodinamico (il coefficiente Cx è di 0,30) e la disponibilità di spazio interno, ricavando un bagagliaio da 550 a 1.550 litri, con una serie di soluzioni utili per meglio distribuire i bagagli o per facilitare il carico.

audiq52

Nell’abitacolo dell’Audi Q5 2017 troviamo le tecnologie più avanzate: dal quadro strumenti digitale al sistema multimediale connesso ad Internet e al nuovo sistema Audi Navigation, che “impara” il percorso abituale e ne suggerisce uno alternativo in caso di traffico intenso. L’impianto multimediale MMI si avvale di uno schermo da ben 8,3 pollici. Della dotazione fanno parte lo sterzo ad assistenza variabile, i fari anteriori a led e gli ultimi sistemi di assistenza alla guida, tra cui il regolatore di velocità adattivo, l’assistente al parcheggio e il sistema di lettura della segnaletica stradale. I cerchi misurano da 17 a 21 pollici e le vernici disponibili sono 14.

audiq53

Capitolo motori: l’Audi Q5 arriverà sul mercato con il benzina 2.0 TFSI (252 CV) e il diesel 2.0 TDI, nelle varianti da 163 CV e 190 CV. Successivamente verranno lanciati il 2.0 TDI da 150 CV e il 3.0 TDI, a sei cilindri, con una potenza dichiarata di 286 CV e 620 Nm di coppia. I cambi sono manuale a 6 rapporti, automatico doppia frizione a 7 marce e automatico con convertitore di coppia a 8 innesti, mentre la trazione integrale quattro è del tipo Ultra (non più integrale permanente, ma inseribile a seconda delle condizioni stradali). La 2.0 da 150 CV, infine, sarà inizialmente l’unica versione prevista con le ruote anteriori motrici, mentre sulla 3.0 TDI si potrà ordinare il differenziale sportivo.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email