mustangcabrio

Ford, arriva la Mustang Cabrio: la muscle car americana ha la sua variante en plein air

Ford Mustang presenta la sua variante en plein air. Qualche giorno fa era stata svelata la Mustang 2018 e ora arriva la variante cabriolet che trasforma la scoperta forse più tradizionale per gli States in una vettura più moderna e quasi più europea nella filosofia. Il restyling della vettura ha riguardato innanzitutto l’estetica che riprende le linee più taglienti viste con la nuova generazione della coupé, l’abitacolo è stato rivisto nei materiali ed equipaggiato con un display da 12″ dalla grafica personalizzabile, ma è la meccanica che riserva sorprese. Sparisce il “tradizionalissimo” motore V6 benzina, vero passaporto della Mustang Cabrio. Ora la gamma ha a disposizione il quattro cilindri bialbero 16 valvole Ecoboost 2.3 litri turbo a iniezione diretta da 317 Cv, ed il 5.0 V8 bialbero 32 valvole da 421 cavalli. Le uniche foto rilasciate da Ford relative alla Mustang Convertible MY 2018 mostrano come la nuova versione “en plein air” sia praticamente identica alla nuova coupé e mostri gli stessi stilemi estetici che hanno debuttato pochi giorni or sono sulla variante a tetto chiuso: calandra più spigolosa, griglia del radiatore più pronunciata, cofano leggermente più spiovente di 20 mm e paraurti anteriore ridisegnato con inedite prese d’aria.

mustangcabrio2

A cambiare rispetto alla coupè è chiaramente la zona subito dietro l’abitacolo che, in configurazione aperta, adotta una forma piatta e lineare adatta a contenere al suo interno il tetto in tela una volta ripiegato. Dalle foto rilasciate da Ford si possono inoltre notare gli inediti cerchi in lega presenti sulla Convertible MY 2018 che fanno parte di una serie di ben 12 modelli tra cui scegliere. Altra novità che fa la storia di Mustang, l’arrivo del cambio automatico a dieci marce, in alternativa al manuale, ma assolutamente in linea con l’offerta delle sportive europee e giapponesi, come la Lexus LC 500. Altra dotazione di rilievo è il controllo elettronico MagneRide per le sospensioni. Per migliorare l’handling è infine prevista l’adozione delle sospensioni attive a gestione elettronica MagneRide, di tipo magnetoreologico, attualmente il sistema più rapido in termini di risposata alle caratteristiche del fondo stradale, con un controllo dello smorzamento istantaneo.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email