Grazie a un innovativo sistema di assistenza alla guida, Volkswagen Arteon è già proiettata al futuro

Il mondo delle auto si sta spingendo sempre più in una direzione precisa, quella delle vetture a guida autonoma. Un traguardo ancora lontano ma verso il quale continuano a farsi segnare passi profondi e ben decisi. Ultima in ordine cronologico è la nuova Volkswagen Arteon, al volante della quale si può sperimentare il nuovo cruise control adattivo ACC: un sistema che alle solite e conosciute caratteristiche aggiunge anche la possibilità di prendere il controllo di freni e acceleratore.

Arteon è la prima Volkswagen a offrire questa particolarità: entro i limiti del sistema, è in grado di reagire alle curve e ai limiti di velocità, integrandoli nella regolazione adattiva della velocità. Il tutto grazie a un sensore radar per il mantenimento della velocità, una telecamera nel parabrezza e le indicazioni sull’itinerario fornite dal sistema di navigazione. In questo modo è possibile addirittura inoltrare informazioni sull’itinerario in modo predittivo al navigatore.

arte

L’ACC integra inoltre il sistema di controllo perimetrale Front Assist con funzione di frenata di emergenza City. In combinazione con il cambio automatico a doppia frizione DSG, l’ACC permette alla Arteon persino di ripartire da sola. In presenza del DSG, l’ACC è attivo a velocità comprese tra 0 e 210 km/h. Da 30 km/h, l’ACC è in grado di mantenere costantemente la velocità desiderata. Chi è al volante deve comunque mantenere in ogni momento il controllo complessivo dell’auto e della situazione.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email