milwaukeeeight

Harley Davidson, i nuovi motori MilwaukeeEight: in 113 anni di storia è la nona famiglia di “big twin”

Dopo 18 anni Harley Davidson annuncia la nuova gamma di motori bicilindrici: si chiamano MilwaukeeEight e rendono chiaramente omaggio alla città di Milwaukee, nel freddo stato del Wisconsin, famosa al mondo per due sole cose: essere da sempre il quartier generale di Harley Davison e per lʼambientazione dei telefilm Happy Days. Ogni motore Milwaukee-Eight produce fino all’11% di coppia in più rispetto al motore precedente. Oltre a una maggiore cilindrata, il propulsore presenta un rapporto di compressione maggiore e testate a quattro valvole con il 50% di maggiore aspirazione e capacità di flusso di scarico. Altre innovazioni della gamma 2017 riguardano le sospensioni della gamma Touring con tecnologia Showa SDBV. Per la casa americana è una grossa evoluzione, anche se non è una rivoluzione: questa infatti è solo la nona famiglia di motori “big twin” nei 113 anni di storia Harley Davidson.

milwaukeeeight2

La gamma si compone di unità: MilwaukeeEight 107 e MilwaukeeEight 114. Era dal 1999, dal celebre Twin Cam, che Harley-Davidson non sfoderava un nuovo motore. Ora, a distanza di 18 anni e dopo tanti minuziosi interventi per renderli più potenti ed efficienti, ecco che arrivano i nuovi motori Otto. Sono sempre bicilindrici a 4 valvole per cilindro, ma ogni cilindro è più leggero e il risultato sta nelle prestazioni superiori ‒ 10% in più di coppia ‒ e nei consumi abbassati. Alle accelerazioni più brucianti va aggiunto il fatto che questi motori si raffreddano prima e ciò aumenta la versatilità dʼimpiego delle moto sulle quali sono alloggiati. Harley Davidson monterà i nuovi MilwaukeeEight sulle gamme 2017 delle moto CVO Pro Street Breakout e Low Rider. Oltre allʼargomento brillantezza delle performance, i nuovi motori Otto sono anche più puliti e silenziosi, hanno vibrazioni inferiori alle velocità più sostenute e ciò si traduce in maggior comfort per chi guida e il passeggero.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email