hdiron

Harley Davidson, si rinnova la Sportster Iron: equilibrata, completa e con un grande carattere

Le origini dell’Harley Davidson Sportser si perdono verso la fine degli anni ’50. Nel mondo motociclistico, la “piccola” di casa HD ha davvero pochi rivali in quanto a longevità: nel corso del tempo la moto si è pian piano evoluta senza grosse rivoluzioni. Si è sempre trattato di piccoli cambiamenti che uno dopo l’altro le hanno permesso di arrivare ai giorni nostri senza perdere lo spirito di un tempo. Tra gli appassionati c’è qualcuno che accusa la casa di Milwaukee di conservatorismo esasperato: sicuramente ci sono state delle occasioni in cui Harlay Davidson è restata attaccata alla tradizione ma in questo caso bisogna ammettere che il prodotto funziona e qualsiasi stravolgimento rischia di snaturarne le principali caratteristiche.

hdiron2

Il successo di mercato che le “Sporty” hanno sempre avuto anche nel Vecchio Continente dimostra che la scelta della casa americana è stata vincente: in Europa la 883 continua a giocarsela con rivali storiche come le bicilindriche Triumph o modelli più recenti come la gamma Scrambler proposta da Ducati, senza accusare minimamente il peso degli anni. Anzi, con la Iron 2017 la serie Sportster sembra essere giunta al suo apice: fascinosa come forse non lo è stata mai, curata nei minimi dettagli, accattivante anche per chi è concettualmente lontano dal mondo custom, la V-Twin venuta dal Wisconsin è diventata tutt’altro che l’entry level del brand americano. La Iron è diventata sinonimo di uno stile inconfondibile, grezzo e senza fronzoli, che fa di questa moto un oggetto di grandissimo appeal: un piccolo inno alla semplicità.

hdiron3

Il cuore pulsante della Iron è il motore Evolution, erede di una leggendaria stirpe di V-Twin a 45°. Comparso per la prima volta nel 1984 e sostituito dei bicilindrici Shovelhead e Ironhead, il propulsore montato sulla nuova Sportster ha la classica cubatura di 883 cc. Il bicilindrico a corsa lunga eroga una coppia di 68 Nm a 4750 giri, e si avvale dell’iniezione elettronica, che permette un’erogazione dolce e pronta al ruotare della manopola del gas. Harley-Davidson non dichiara i dati relativi alla potenza massima, che non è né il punto di forza né ciò che si cerca in questa moto. Insomma la piccola di Milwaukee si rinnova e non teme il confronto con le sorelle maggiori: il tutto a un prezzo di 10.300 euro.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email