helpmet

Helpmet, il casco intelligente: in caso di caduta chiama i soccorsi

La sicurezza in moto è sempre al primo posto per i produttori di accessori per le due ruote. Dopo l’airbag da moto proposto inizialmente da Dainese e poi da diverse altre case, si stanno sempre più diffondendo gli smart helmet, ovvero caschi intelligenti dotati di elettronica in grado di aumentare la sicurezza di chi guida con retrocamere e head-up display. L’ultima trovata si chiama Helpmet. Si tratta di un casco che, oltre a svolgere il suo dovere di protezione della testa, in caso di caduta grave fa partire una chiamata di soccorso. All’interno della calotta è sistemato il sistema di chiamata di uno smartphone, con scheda SIM, oltre a un sensore di forza G e al GPS.

Visordown specifica che nel caso la caduta avesse un impatto istantaneo superiore ai 95g, parte automaticamente una chiamata con l’invio delle coordinate GPS ai soccorsi. Il sistema è simile a quello che BMW sta proponendo nelle moto 2017 come optional, ma la differenza è che Helpmet è integrato direttamente sul casco, mentre l’Intelligent Emergency Call solo sulla moto. Il vantaggio è che nel primo caso l’impatto è verificato direttamente sul pilota e non sul mezzo, quindi anche la chiamata ai soccorsi trasmetterebbe dati più precisi. Il primo prototipo ha un design leggermente datato ma c’è ancora del tempo per svilupparlo e definire al meglio l’estetica del prodotto, che di sicuro sarà l’ultima fra le priorità e la più facile da realizzare. In futuro questo sistema sarà senza dubbio molto diffuso, con l’arrivo degli smart helmet sarà molto facile integrare un sistema di chiamata di emergenza, anche insieme a tante altre funzioni.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email