totti3

Honda Hornet diventa moto da endurance anni ’80: il kit di Roberto Totti

Come trasformare una Honda Hornet in una “belva” da gara di durata. Ci è riuscito l’atelier bolognese di Roberto Totti che a EICMA ha portato la HET, Hornet Endurance Tottimotori. Oltre alle indubbie qualità estetiche, la special diTotti ha un altro grande pregio il prezzo: 6.800 euro (base esclusa). Con questo modello Totti lascia intatta la moto: nessun pezzo originale viene tagliato, il solo limite è il numero di kit a disposizione. Sono solo 6 per ora le possibilità di ritrovarsi quel cupolone bianco rosso e blu in garage. La HET è un inno agli anni ‘80 veloci, o meglio è un inno alle gare di durata in cui Honda ha sempre figurato bene. In quel periodo il campionato endurance si fregiava di nomi e motociclette che sono entrate nell’immaginario degli appassionati: le rosse Honda Japauto, le Kawasaki Godier Genoud bianche e verdi e tante altre riconoscibilissime prima di tutto dalla loro livrea. Il team Honda ufficiale, l’allora racing Service Center, RSC, che poi diventerà HRC, si fregiava di un tricolore diventato vero e proprio simbolo della casa, ripreso e declinato anche su altre belve da gara e la Honda RS1000 che vinse il mondiale nel 1980 sembra proprio la zia famosa e vincente della Hornet pensata da Roberto Totti.

totti

Il kit di trasformazione prevede, a livello di sovrastrutture, l’utilizzo di alcuni supporti per l’installazione della bellissima semicarena, un nuovo serbatoio in vetroresina con tappo avio e l’imponente codone monoposto sorretto da un nuovo telaietto posteriore. Per tutti coloro che erano abituati a condividere la propria Hornet con un passeggero, niente paura: sotto al codone c’è una sella biposto. Altra chicca vintage è la conversione del mono posteriore, ora sdoppiato in una coppia di ammortizzatori ortodossi per l’epoca a cui si ispira questa special. Del colore meraviglioso in rosso/blu/bianco abbiamo già parlato, ma non è l’unica parte che ha cambiato tinta: infatti anche il telaio nella parte anteriore è stato verniciato, di nero opaco. Lo scarico, un bel cannone satinato, è assolutamente perfetto per forma e proporzioni. Bellissima nella resa estetica, questa special ha tutti i crismi per poter andarsene in giro per strada, come confermato dalle frecce vintage, le due emblematiche parabole anteriori fuori dalla carena oppure il doppio faro posteriore.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email