Honda, il sogno di guidare una “Dakar”: la “tuttofare” CRF250 Rally

Molti motociclisti conservano un sogno nel loro cassetto: guidare tutti i giorni una moto ispirata alla Dakar, la competizione motociclistica più dura del mondo. Questo sogno si può realizzare grazie a Honda che ha ideato la CRF250 Rally. Mostrata per la prima volta come concept al Salone di Tokyo 2015, la moto nasce come “tuttofare” per gli spostamenti quotidiani, le gite del fine settimana e i viaggi avventura su terreni sterrati a basso coefficiente di difficoltà. Piccola nella cilindrata ma generosa nei contenuti, vanta sospensioni ad escursione maggiorata, grande autonomia (serbatoio da 10,1 litri con tappo incernierato e consumi dichiarati di 33,3 km/l nel ciclo medio), ABS a due canali, protezione aerodinamica assicurata dal plexiglas esteso e luci a Led. La CRF250 Rally è omologata Euro 4, entro marzo 2017 arriverà sul mercato ma ancora non si conosce il prezzo.

crf250rally2

Il look è quello delle CRF Rally ufficiali che corrono la Dakar, con tanto di strumentazione digitale alta e verticale proprio come quella delle moto da gara, ma sotto le plastiche la musica è diversa: il motore (condiviso con la CRF250L) è un 250 cc che sviluppa una potenza di 24,8 CV. Il corpo farfallato dell’impianto di iniezione ha diametro di 38 mm, il cambio ha 6 marce. Per quanto riguarda la ciclistica, le sospensioni hanno escursione di 250 mm all’anteriore e 265 mm al posteriore. In particolare, la forcella rovesciata da 43 mm è più “lunga” di 50 mm rispetto a quella della CRF250L. Gli aggiornamenti del monoammortizzatore riguardano una molla più dura e leveraggio Pro-link dedicato. Il telaio è in acciaio, mentre il forcellone in alluminio, per un totale di 157 kg a pieno. Non leggerissima, proprio come le moto da Rally professionistiche. Tra i punti forti, l’ABS disinseribile al posteriore, il disco freno anteriore da 296 mm e una posizione di guida più professionale rispetto a quella della “L”, con ruote da 21” all’anteriore e 18” al posteriore e sella a 895 mm da terra (20 mm della CRF250L).



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email