honda2

Honda, la moto che frena da sola: un sistema che si basa sui sensori di prossimità

Lo sviluppo delle moto del futuro si baserà molto sul tema della sicurezza attiva. Si tratta di uno dei nodi cruciali per capire come si evolveranno le due ruote nei prossimi anni. Con l’introduzione delle piattaforme inerziali le due ruote stanno trasformandosi in “oggetti intelligenti”. A conferma di questa inevitabile tendenza, negli ultimi giorni sono apparsi in rete dei brevetti Honda che dimostrano come il colosso giapponese sia al lavoro su un dispositivo di frenata automatica per le moto. Il sistema esiste già per le automobili: si tratta di un dispositivo che si attiva rallentando il mezzo in caso di avvicinamento pericoloso a un altro veicolo o a un ostacolo. Un sistema parecchio utile per prevenire le distrazioni del pilota e in grado davvero di salvare la vita.

honda

Secondo quanto ha riportato il sito Motorcycle.com, il dispositivo Honda si baserà su dei sensori di prossimità in grado di rilevare la presenza di eventuali ostacoli o mezzi, agendo sulle pinze freno per moderare la velocità. Il sistema sarà in grado di calcolare il coefficiente di attrito dell’asfalto e, per rendere la manovra meno brusca possibile, dei sensori rileveranno se il pilota sta già effettuando una frenata o meno. Per evitare una possibile chiusura dell’anteriore, il sistema avviserà il pilota intervenendo solo sulla ruota posteriore e poi modulando la frenata su entrambi i dischi. Allo stato attuale si tratta al momento di un semplice studio: i tempi affinchè questo dispositivo possa diventare una realtà sulle moto di serie sembrano essere ancora lontani. Intanto però Honda è al lavoro ed è probabile che altri costruttori possano seguirla.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email