husq

Husqvarna, futuro stradale con le Vitpilen: in produzione il prototipo della 701

Le esposizioni di EICMA sono l’occasione che sfrutta Husqvarna per mostrare nel proprio stand prototipi di evidente estrazione stradale o comunque dai contenuti diversi rispetto a quelli da sempre associati alle moto targate Husqvarna. È il caso della Vitpilen 701 che probabilmente andrà in produzione nel 2017. La speranza è che il modello finale sia abbastanza simile a quello presentato a EICMA. Il magazine on line motociclismo.it ha intervistato Maxime Thouvenin responsabile del design delle Vitpilen (401, 701 e 125) che ha dato delle importanti indicazioni sul futuro delle Vitpilen: “Vi dico subito che la linea gialla sarà mantenuta anche sulla moto di serie. Non sarà esattamente così, ma ci sarà – spiega Thouvenin -. Potete anche non crederci ma quel tratto deciso che taglia in due la moto è il primo schizzo da dove sono partito per disegnare la 701. A differenza della 401, che appare molto più adatta a chi si avvicina alla motocicletta per la prima volta, la 701 è pensata per un motociclista più maturo e competente, la moto è più meccanica, più tecnica. È molto compatta e cercheremo di mantenerla il più possibile vicino a quella vista a Milano. Il silenziatore non sarà lo stesso e altri dettagli come il filtro saranno modificati. Arrivare ad avere tutti, o quasi, questi dettagli, è una sfida che devono ora affrontare gli ingegneri del reparto Ricerca & Sviluppo di Mattighofen”.

husq2

Thouvenin ha anche illustrato quale è stata la parte più difficile da disegnare delle Vitpilen: “Credo che con la Vitpilen abbiamo introdotto qualcosa di semplice, non aggressivo e sicuramente inusuale con il resto delle motociclette che si vedono oggi. La parte difficile è stata quella di amalgamare vari elementi tanto diversi tra loro per avere, alla fine, una moto semplice, ma non banale. All’inizio avevamo preso varie e disparate direzioni di design, abbiamo realizzato centinaia di schizzi, oggi diventa quasi normale perché i computer facilitano il compito”. Insomma con la nuova moto Husqvarna ha creato un nuovo target: “Qualcuno pensa che mettendo un pezzo di lamiera da qualche parte o qualche cromatura in più si possa parlare di classic o di vintage – conclude Thouvenin -. Così si rischia di banalizzare tutto. La nostra moto sicuramente non è una retro bike, nemmeno una classic e per niente è vintage. In realtà abbiamo creato un nuovo target”.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email