2

Il sistema di eCall su Bmw K 1600 GT: la moto connessa grazie a Vodafone. Come funziona

Il servizio ConnectedRide eCall per le chiamate d’emergenza fa il suo debutto sulla nuova Bmw K 1600 GT: si tratta della prima due ruote che in questo modo è connessa. Le telefonate sono attivabili anche manualmente dal pilota per contattare il call center BMW Motorrad, semplicemente premendo un pulsante sul manubrio della moto. La casa tedesca ha avviato il servizio in Italia in seguito all’accordo siglato con Vodafone, che fornisce per ogni moto la SIM card Internet of Things che garantisce la copertura completa a livello europeo. Il sistema messo a punto dagli ingegneri del Costruttore dell’Elica funziona grazie a vari sensori che monitorano anche la velocità e l’inclinazione della motocicletta: questi sono in grado di “capire” se la moto finisce per terra a seguito di un incidente e, in automatico, attivano una chiamata d’emergenza, indicando la posizione geolocalizzata del veicolo.

ecallbmw

In base alla gravità dell’incidente rilevata dai sistemi di bordo il call center di BMW allerta i soccorsi o tenta di contattare il motociclista mediante il sistema audio incorporato. Il tutto permette di diminuire del 50% circa l’invio dei mezzi di assistenza. Si allarga in questo modo la partnership tra Bmw e Vodafone già attiva in campo automobilistico e che oggi vede circolare in Europa più di 2,5 milioni di vetture dell’Elica connesse tramite la rete di Vodafone. Per Ivo Rook, Internet of Things Director di Vodafone: “La collaborazione con BMW per connettere la nuova K 1600 GT è un chiaro esempio delle molteplici potenzialità dell’Internet of Things. E siamo solo all’inizio se si pensa che entro il 2020 sono stimati circa 20 miliardi di dispositivi connessi”. La connettività di Vodafone è quindi integrata nel sistema ConnectedRide eCall/ACN (Emergency Call/Automatic Collision Notification) e permette di ricevere assistenza su tutte le strade europee.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email