indian

Indian Roadmaster Classic, la cruiser che fa venire voglia di viaggiare

Vedere la nuova Indian Roadmaster Classic 2017 solletica il desiderio di fare un viaggio negli immensi spazi dei canyon americani. E infatti non potrebbe esserci mezzo migliore per affrontare le atmosfere da western di una cruiser come questa con l’aggiunta della classica ricetta Roadmaster, con il cuscino per la schiena del passeggero e di borse laterali con frange, davvero molto Indian. Il tutto, per una capacità di carico di ben 125 litri. Inoltre non mancano gli accessori giusti per salvaguardare il comfort di viaggio (parabrezza regolabile elettricamente) e tecnologia a la page: la Indian Roadmaster Classic 2017 ha luci a Led e schermo touch da 7″ a colori che tutto governa una volta a bordo. A spingere il modello c’è il generoso bicilindrico a V da 1.811 cc raffreddato rigorosamente ad aria e capace di inviare alla ruota posteriore – con una cinghia esente da manutenzione – la bellezza di 161 Nm a 3.000 giri.

indian2

La Indian Roadmaster Classic 2017 fa parte dell’offensiva lanciata dall’azienda per rispondere a Harley Davidson che ha annunciato la produzione di 50 nuovi modelli nei prossimi 5 anni. Insieme alla Roadmaster Classic, Indian proporrà sul mercato Chieftain Elite e Chieftain Limited. Di serie sul modello sarà presente il nuovo sistema di infotainment Ride Command. Si tratta dello schermo più largo (touchscreen da 7 pollici con risoluzione 800 x 480 pixel), più luminoso (il doppio dei comuni smartphone), più veloce (è pronto all’uso dopo 10 secondi dall’accensione) e più personalizzabile del mercato. Il sistema Ride Command di Indian Motorcycle comanda anche l’impianto audio, da 100 watt su Chieftain, da 200 watt su Roadmaster e fornito di presa USB. Dotato di cinque pulsanti principali alla base, le funzioni touchscreen sono simili a quelle degli smartphone, incluse lo zoom attivabile con due dita e la funzione di scorrimento orizzontale. È dotato di connessione Bluetooth per telefono o interfono e di navigatore GPS.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email