ginevra

Internazionale ed esclusivo: tutto quello che c’è da sapere sul Salone di Ginevra 2017

Spazi non eccessivi, una visione transnazionale, attenzione al livello degli espositori e tante anteprime: sono le caratteristiche del Salone di Ginevra, la manifestazione che si tiene dal 9 al 19 marzo (con un prologo per gli operatori del settore dal 6 all’8) e che è arrivata all’edizione numero 87. La visione internazionale e l’esclusività rendono l’evento svizzero diverso dagli altri appuntamenti del mondo dell’auto. A Ginevra saranno 180 gli espositori presenti negli oltre 77mila metri quadri della fiera: porteranno in mostra circa 900 modelli di vetture. Di questi oltre il 10% (ovvero 148) saranno anteprime mondiali ed europee. Tra queste figurano ad esempio il primo bolide del costruttore indiano Tata, o alcuni esemplari rari, come la vettura del doppio campione di F1 degli anni Settanta, il brasiliano Emerson Fittipaldi, firmata da Pininfarina. “Siamo pronti ad accogliere tra i 650.000 e 700.000 visitatori da tutto il mondo – ha detto Maurice Turrettini, Presidente del Geneva Motor Show -. E daremo il benvenuto anche a oltre 40.000 visitatori italiani, la cui presenza negli ultimi dieci anni ha registrato un progressivo aumento”.

ginevra2

La rassegna di Ginevra viene inaugurata dall’elezione dell’auto dell’anno. Lunedì 6 marzo a contendersi l’ambitissimo premio saranno sette finaliste: Alfa Romeo Giulia, Citroen C3, Mercedes Classe E, Nissan Micra, Peugeot 3008, Toyota C-HR e Volvo S90/V90. A rendere ancora più interessante il Salone 2017 saranno la presenza di molti carrozzieri e designer di fama mondiale, dalla Italdesign Giugiaro a Pininfarina, fino a Touring e agli elvetici di Sbarro. Grande attenzione come al solito all’impatto ambientale, con la possibilità di scoprire le vetture ecologiche grazie all’app del Salone (chiamata Salon car collector). Debutto infine per 15 operatori del settore dell’Oem, ovvero dei primi equipaggiamenti: anche Ginevra fa i conti con il peso sempre crescente che i fornitori di componenti – come l’italiana Brembo, presente con uno stand – hanno nel mondo dell’auto.

ginevra3

Oltre alle novità di prodotto, quest’anno ci sono delle novità legate all’organizzazione. Innanzitutto c’è il nuovo sito internet del Geneva International Motor Show: www.gims.swiss. Poi c’è la eco App – disponibile sia per Android che per iOS – che vuole sensibilizzare i visitatori sul tema delle emissioni. L’idea segue la collaborazione con l’Ufficio Federale per l’Energia, che è in vigore da alcuni anni e già nel 2016 il BFE ha sostituito il pieghevole con una app. Nei giorni infrasettimanali il Salone di Ginevra è aperto dalle ore 10 alle 20, mentre il sabato e la domenica dalle 9 alle 19. Il biglietto intero per gli adulti costa 16 franchi svizzeri (15 euro circa al cambio attuale); il ridotto (ragazzi dai 6 ai 16 anni e pensionati) ne costa 9 (8,50 euro circa); i gruppi (iscrizione online – minimo di 20 persone) pagano 11 franchi a persona (10 euro circa).



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email