video2

Kawasaki, la campagna di sicurezza stradale “cavaliere nudo”. Di cosa si tratta

La sede spagnola di Kawasaki ha lanciato una campagna sulla sicurezza stradale di sicuro impatto. E ha diffuso un video che rafforza ulteriormente il messaggio. Il concetto della campagna è il “cavaliere nudo”. Si parte da un presupposto: in strada i motociclisti – a volte – non sono molto rispettosi delle regole. Tuttavia l’altra faccia della medaglia è data dagli automobilisti che spesso hanno comportamenti poco rispettosi nei confronti degli utenti che viaggiano sulle due ruote. L’obiettivo è quello di sensibilizzare verso condotte meno distratte chi viaggia su mezzi più protettivi, come automobilisti e camionisti, che talvolta non prestano la dovuta attenzione verso i centauri.

video

Il messaggio dice: è necessario che il pilota in sella viaggi senza abiti per essere notato? In questa campagna, il pilota ha sorpreso tutti nudi su una Kawasaki Z1000, solo coperto da casco, guanti e stivali. Evidentemente la scelta di essere completamente nudo è una provocazione anche perché sarebbe illogico montare su una moto senza alcun tipo di accessorio che garantisca anche il minimo della sicurezza per non parlare delle condizioni meteo che sono una variabile impazzita per chi guida un mezzo a due ruote.Si è soliti chiedere maggiore prudenza verso chi guida una moto poiché deve fare attenzione a una serie di situazioni che – probabilmente – sfuggono a chi guida un’automobile. Ma è altrettanto vero che la prudenza e l’attenzione deve essere massima da parte di tutti i conducenti: pertanto è sempre bene da parte degli automobilisti evitare bruschi cambi di direzione o manovre azzardate senza guardare negli specchietti o senza accorgersi di chi procede al proprio fianco sia essa moto o auto. In sostanza la campagna di Kawasaki Spagna è un messaggio di impatto forte: la sicurezza in strada è sempre una valore fondamentale indipendentemente dal mezzo con cui si viaggia.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email