KawasakiKX250F

Kawasaki, la KX250F 2017 si rinnova sia nella meccanica che nell’estetica

Si rinnova la Kawasaki KX250F 2017. La moto mostra interessanti novità dal punto di vista estetico e nella meccanica. Si presenta con 1,7 kg in meno, ha più potenza ed esibisce, per la prima volta su una KX, grafiche stampate al posto dei classici adesivi. Con condotti di aspirazione tipo “downdraft”, interessante è la configurazione a doppio iniettore: si tratta di una tappa verso un motore e un telaio rinnovati: in questa maniera viene migliorata la risposta del propulsore. Come si legge sul portale motoblog.it, “altra caratteristica del gruppo termico, è la struttura del pistone, di tipo bridge-box, che consente di incrementare l’efficienza meccanica. Questa caratteristica è condivisa solo dalle punte di diamante della casa di Akashi: la KX450F, la Ninja ZX-10R e la Supercharged Ninja H2.

KawasakiKX250F2

L’obiettivo dei costruttori è la riduzione delle perdite meccaniche. Sempre su motoblog.it si legge che “cilindro e cuscinetti per la testa di biella sono lavorati con un nuovo tipo di levigatura della “a strisciamento” che ne amplifica l’affidabilità, migliorando la finitura delle pareti e permettendo al lubrificante un’azione più efficiente ed una riduzione degli attriti”. Il nuovo telaio è più stretto di 6mm e pesa 90g meno rispetto alla precedente generazione grazie ad un montante ridisegnato, mentre le nuove dimensioni del forcellone conferiscono una rigidezza ottimale e un alleggerimento di 190g. Anche il motore è stato alleggerito di 800gr: aggiornamenti importanti hanno riguardato la componentistica e l sospensioni. Invece la forcella Showa Separate Function Type 2 e la sospensione posteriore Uni-Trak offrono un’azione più scorrevole ed un feeling migliore.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email