dukeprototype

KTM, il prototipo 790 Duke svela la prossima versione con il motore LC8c

Si chiama 790 Duke Prototype ed è il concept estremo che KTM ha svelato al Salone di Milano e che anticipa di un anno – come fatto in passato con la 1290 Super Duke – la moto che verrà. La Casa di Mattighofen mostra il propulsore, che è la vera novità per il marchio austriaco. L’estetica risulta aggressiva con il “finto” faro anteriore, il serbatoio con fianchetti pronunciati e il tromboncino posteriore sul codino corto, realizzato con l’aiuto di stampanti 3D, ma proviamo a osservare quello che c’è sotto, perché quasi certamente si tratta di elementi già pronti per la produzione di serie. Tuttavia ciò che colpisce è non è tanto il bicilindrico parallelo (con il classico disegno squadrato del monoblocco e le teste con doppio albero a camme, verniciate in nero), quanto il telaio (cosa non usuale per una KTM) con tubi tondi a passaggio alto che vanno a nascondersi sotto le carene, mentre una bretella infulcra il cannotto e sorregge il motore nella parte anteriore. Il telaietto posteriore realizzato un unico pezzo di alluminio, che presenta anche il “buco” sotto la sella, questo un po’ copiato dall’ultima produzione MV Agusta.

dukeprototype2

KTM rivela solo pochi particolari. Il motore è stato realizzato da un foglio bianco ed è stato chiamato LC8c, dove l’ultima lettera sta per “compact”. In effetti è un elemento abbastanza piccolo nelle dimensioni. Avrà la maggior parte dei comandi “by-wire”, controlli elettronici di nuova generazione e “connettività integrata”, qualsiasi cosa voglia dire. Anche il cambio elettronico sarà di serie, e il design della moto che si vedrà nei concessionari sarà realizzato da Kiska. Tuttavia bisognerà aspettare ancora qualche mese per vedere la moto dal vivo: nel frattempo gli appassionati possono iniziare a capire come sarà il modello dalle immagini del prototipo.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email