400

Kymco, la novità per EICMA: un bicilindrico maggiorato da 650 per la naked

Kymco ha deciso di sfidare il TMax di Yamaha con lo scooter AK550. Ma le novità della Casa taiwanese non si esauriscono al nuovo modello: per il Salone di Milano potrebbe esserci un’altra ghiotta novità: infatti in questi giorni si parla di una naked di media cilindrata. Già qualche tempo fa si era parlato di una media bicilindrica quando uscirono in rete alcune immagini relative ad alcuni progetti di Kymco. Visti i trascorsi (e riusciti) accordi commerciali stretti con Kawasaki per gli scooter, era lecito attendersi che la Casa di Akashi avrebbe “ricambiato” il favore sul fronte delle moto. In questi giorni, al CINA Motor, uno dei più importanti saloni cinesi, Kymco ha tolto il velo alla K Rider 400, una naked equipaggiata con un bicilindrico parallelo già visto sulle medie Kawasaki (la ER-4n, distribuita in Giappone).

4002

La cilindrata del motore è infatti proprio di 399 cm cubici, la potenza è di 43 CV, mentre la coppia massima è di 37 Nm; non indifferente il peso, che in ordine di marcia si attesta sui 210 kg, non poco per una 400. La meccanica non è la sola somiglianza con le moto di Akashi: l’impostazione di base sembra essere identica a quella della giapponese, anche se i travi del telaio hanno andamento leggermente diverso. Con questi dati, la naked taiwanese avrebbe uno scarso interesse per i motociclisti europei, per questo pare sia pronta una versione esteticamente uguale alla K Rider 400, ma con il bicilindrico Kawasaki in versione 650 cm3, telaio a traliccio, ammortizzatore regolabile orizzontale e un prezzo d’attacco. Forse la vedremo al prossimo Salone di Milano.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email