ferrari4xx

La Ferrari 488 GTB diventa 4XX Siracusa: il tunig di Mansory sulla supercar di Maranello

Molti preparatori si sono fatti conoscere grazie ai loro tuning appariscenti. Tra loro spicca Mansory che si è dimostrato molto abile nel modificare le Ferrari. Il tuner aveva già lavorato su una Mercedes Classe S Coupé e su una Mercedes S 63 AMG, ha un feeling particolare con le vetture di Maranello e questo tuning ne è la dimostrazione. Ci aveva già provato in precedenza con la Ferrari 458 Siracusa e ora arriva la sua seconda generazione basata sulla nuova 488 GTB. Denominata 4XX Siracusa, la supercar di Maranello riceve un kit carrozzeria in fibra di carbonio, cerchi inediti, interni personalizzati e un upgrade meccanico. La fibra di carbonio compone le prese d’aria frontali, lo spoiler anteriore, le minigonne laterali, gli specchietti retrovisori, il diffusore e il sofisticato doppio spoiler posteriore. Oltre a ridurre il peso queste appendici aerodinamiche migliorerebbero anche i flussi d’aria e, pertanto, l’aerodinamica della 488 GTB modificata.

ferrari4xx2

I cerchi, da 20 pollici all’anteriore e da 21 pollici al posteriore sono gommati rispettivamente con pneumatici 255/30 y 325/25. Nuove anche le molle delle sospensioni che riducono l’altezza da terra della Ferrari 4XX Siracusa di 20 mm. Il motore da 3.9 litri turboalimentato conta su una nuova gestione dell’elettronica e su un sistema di scarico appositamente disegnato. Il risultato è una potenza di 790 CV a 8.000 giri e una coppia massima di 870 Nm. In questo modo lo sprint da 0 a 100 km/h passa da 3,0 a 2,9 secondi e la velocità massima sale a 340 km/h (da 330 km/h di serie). E per finire, l’abitacolo della 4XX Siracusa di Mansory sfoggia una tappezzeria in pelle con cuciture a contrasto, un volante ridisegnato e rivestito in pelle con inserti in carbonio presenti anche nella console centrale.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email