huracan2

Lamborghini, design rinnovato e look più aggressivo per la Huracan RWD spyder

L’ultima versione della famiglia Huracan di Lamborghini è la RWD spyder: presentata al salone di Los Angeles si tratta di un modello dedicato a chiunque voglia emozioni forti senza rinunciare alla guida a cielo aperto. Il design rinnovato e il look più aggressivo distinguono questa Huracan rispetto alla versione a trazione integrale. Dietro ai due sedili trova spazio, come sempre il V10 aspirato da 5,2 l e 580 cavalli che, insieme al peso di 1509 kg, permette di raggiungere un rapporto peso/potenza di 2,6 kg/CV. Risultato ottenuto grazie all’uso di materiali leggeri per telaio (alluminio e fibra di carbonio) e per varie parti del corpo vettura. Il tutto garantisce uno scatto da fermo e fino a 100 km/h in appena 3,6 secondi, con una velocità massima di 319 km/h.

huracan3

Neanche la nuova Lamborghini Huracan RWD Spyder sfugge alla regola secondo cui anche le sportive devono offrire un elevato livello tecnologico nell’abitacolo. Infatti la vettura monta l’ultimo sistema di infotainment con display TFT da 12,3 pollici e un’attenzione al dettaglio e al lusso non inferiori a quelli di altri modelli. Oltre alla presenza di Apple CarPlay e Android Auto, con il tasto ANIMA (Adaptive Network Intelligent Management) posto sul volante il conducente potrà selezionare varie modalità di guida: strada, sport e corsa. Tutti tarati per esaltare il comportamento di una autentica vettura a trazione posteriore.

huracan5

Inoltre sono presenti, e non poteva essere diverso, i dispositivi meccanici e tecnologici che permettono a questa Lamborghini Huracan di essere uno dei punti di riferimento per le sensazioni di guida. Ad esempio come il cambio a doppia frizione a sette rapporti abbinato al Launch Control, che garantisce alla vettura la massima accelerazione con partenza da fermo. C’è poi il servosterzo elettrico e il Lamborghini Dynamic Steering (optional) ed infine la Lamborghini Piattaforma Inerziale. Quest’ultima è basata su una serie di sensori che riproducono il comportamento dell’auto in 3D e inviano alle sospensioni magnetoreologiche e al controllo di stabilità le informazioni per regolarsi al meglio.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email