electra

L’Harley Davidson che diventa cafè racer: ecco l’Electra Glide Hot

Ormai il mondo delle cafè racer e delle scrambler inizia a essere saturo di idee. Per produrre qualcosa che sia davvero originale è necessario avere la mente molto elastica e la capacità adeguata per proporre qualcosa di nuovo e accattivante, che possa stupire e affascinare senza far gridare allo scandalo. È quello che hanno provato a fare gli svizzeri di Tricana: hanno creato una vera cafè racer da una Harley-Davidson Electra Glide. Al primo sguardo si capisce come questa special non ha nulla a che vedere con le realizzazioni classiche. La base appare davvero unica con l’interasse lunghissimo e con quel telaio apparentemente troppo lungo e diviso in due sezioni. I preparatori di Chamoson hanno preso una FLH, grossa turisticona made in USA, e l’hanno completamente spogliata, senza però tagliare o accorciare il telaio che rimane così l’elemento caratteristico dell’estetica di questa special.

electra2

La nuova forcella a steli rovesciati della Yamaha R1 ospita una ruota da 17″ con gommatura slick e i freni di una Yamaha R6. Il cannotto di sterzo, molto alto per la linea della moto, ha costretto a un riposizionamento davvero estremo dei semimanubri, che ora sono molto vicini alla piastra inferiore. Per dare carattere alla Hot Racer, è stato realizzato un serbatoio asimmetrico, che lascia esposto il lato destro del motore, dominato dal grosso cornetto d’aspirazione.

electra3

A sinistra, invece, una piccola carena copre la meccanica e parte del serbatoio. Altre caratteristiche sono il codino corto e dal look tipicamente racer, con sella monoposto rifinita a mano con cuciture rosse. Insomma una special unica nel suo genere: “La Electra Glide mi ha dato il primo stipendio quando mi traferii in Svizzera, al tempo lavoravo per un’officina Harley-Davidson. Era una buona idea usare una FLH per questo progetto Tricana”, ha commentato Jonathan, boss dell’atelier.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email