MINIClubmanAll4Scrambler

Look da Dakar e gomme tassellate, Mini svela Clubman ALL4 Scrambler

Al Parco del Valentino, salone torinese in calendario fino al 12 giugno, la Mini ha presentato Clubman ALL4 Scrambler, concept dall’aspetto “cattivo” d’ispirazione motociclistica. Si tratta di un esemplare unico realizzato da Mini Italia e ciò che colpisce maggiormente è il nome “scrambler” che letteralmente significa mischiare e riassume bene lo spirito di questo “esercizio” tecnico-stilistico realizzato da Mini. E quando si parla di scrambler non si può non fare riferimento al modello storico della Ducati che da qualche tempo viene riproposto in chiave moderna. Il prototipo nasce dall’unione tra la Mini Clubman ALL4 e la BMW R nineT Scrambler e si aggiunge alla serie di pezzi unici realizzati per esaltare – ed estremizzare – le possibilità di personalizzazione del marchio.

MINIClubmanAll4Scrambler2

Con la Clubman ALL4 Scrambler Mini è riuscita a dare una personalità da Dakar a quella che di base è una “civilissima” station wagon. Senza scadere nel banale peraltro. La base, come suggerisce il nome All4, è la trazione integrale, a cui questa interpretazione dà una “legittimazione” piena attraverso l’assetto rialzato e gli pneumatici tassellati. Osservando bene il prototipo si nota come i due fari circolari centrali che caratterizzano il muso sono proprio quelli della BMW R nineT. Non è tutto: a fare di questa Clubman una Scrambler ci sono anche il portapacchi sul tetto con traversine in legno di frassino e, internamente, la moquette morbida studiata per trattenere meglio gli oggetti. Grande attenzione è stata posta ai dettagli: dalla verniciatura Frozen Gray che si alterna ai dettagli in argento satinato al padiglione rivestito in Alcantara, passando per la pelle Nappa dei sedili e il logo Scrambler impresso a caldo sugli schienali anteriori.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email