mash

Mash Scrambler, la special dei ragazzi di Wrench Kings è un mix di stili

Una Mash Scrambler 400 è la base della customizzazione dei ragazzi di Wrench Kings. Ciò che hanno fatto è un mix di tre delle più diffuse forme di special: “Mash ha già modelli in stile café, così ci venne l’idea di trasformare la moto in un mix completo di stili. Un carena in stile cafè racer, il serbatoio della benzina di uno scrambler e la seduta di una tracker, naturalmente con le finiture tipiche di una moto Wrench Kings”. Il nome della moto “rivista” dai ragazzi olandesi è Green Goblin: le forme sono armoniose e proporzionate, dietro alla bella semicarena con faro da 7 pollici è stato installato un tachimetro MotoGadgets Motoscoope Mini sopra una piastra in acrilico tagliata al laser. I comandi sono firmati Brembo e Domino, le manopole Biltwell calzano su semimanubri ribaltati e saldati a supporti fatti in casa. Classicissime le pedane marchiate Tarozzi.

mash2

Se il serbatoio rimane quello di serie, non si può dire altrettanto per il posteriore che vanta un codino monoposto da flat con integrata una sella in pelle confezionata dallo specialista Toni’s Custom Work. I LED fungono da stop e frecce: sono nascosti da un altro pannello di acrilico che a moto spenta li nasconde completamente. Uno degli aspetti più curati di questa moto è proprio il posizionamento dei componenti: anche le frecce anteriori sono praticamente nascoste vicino agli attacchi del parafango e lo stesso si può dire della batteria al litio confinata nel codino. Belli i cerchi a raggi inediti che vanno a braccetto con le immancabili Firestone Deluxe Champion. Infine una chicca: il silenziatore è home made, fabbricato internamente da Wrench Kings.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email