allterrain2

Mercedes, la gamma Classe E si completa con All Terrain: i dettagli del nuovo allestimento

Le prime foto spia della Mercedes Classe E All-Terrain erano uscite a inizio agosto. Adesso la casa tedesca diffonde le prime immagini e informazioni ufficiali della Station Wagon. La vettura è più robusta, con ruote di grandi dimensioni ed a trazione integrale della Stella verrà esposta al Salone di Parigi 2016 per poi arrivare sul mercato a partire dalla prossima primavera. La versione All-Terrain si distingue dalla classica wagon con aspetti design off-road ed un aspetto poderoso e robusto. In particolare, la caratteristica più appariscente è la mascherina frontale a due lamelle (in stile SUV) con la Stella centrale integrata, ma altre peculiarità del modello sono il paraurti anteriore indipendente, i rivestimenti neri dei passaruota, gli esclusivi cerchi da 19 e 20 pollici e la robusta protezione esterna del bordo di carico nel posteriore.

allterrain

 

Gli interni della Classe E All-Terrain sono caratterizzati da specifiche finiture della plancia a effetto alluminio-carbonio, abbinate ai loghi del modello e alla pedaliera in acciaio. Questa versione si basa sul ricco modello Avantgarde e prevede ulteriori personalizzazioni a richiesta. In occasione del lancio la All-Terrain sarà proposta nella versione E 220 d 4Matic con motore 4 cilindri 2.0 litri da 194 CV e 400 Nm abbinato al cambio automatico 9G-Tronic. In seguito si aggiungerà alla gamma una variante con motore a gasolio 6 cilindri, del quale non sono ancora state rese note le caratteristiche. I modelli di questo allestimento offrono di serie la modalità di guida All-Terrain integrata nel Dynamic Select: in questo modo è possibile regolare i parametri di gestione dei sistemi di bordo per offrire la massima guidabilità in fuoristrada. Inoltre, vengono visualizzati nella strumentazione parametri dedicati come l’angolo di sterzo, l’inclinazione del corpo vettura, la bussola, la posizione di acceleratore e freno e il livello delle sospensioni.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email